La rosa tatuata (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La rosa tatuata
La rosa tatuata.png
Anna Magnani in una scena del film
Titolo originale The Rose Tattoo
Paese di produzione USA
Anno 1955
Durata 117 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Daniel Mann
Soggetto Tennessee Williams
Sceneggiatura Tennessee Williams
Fotografia James Wong Howe
Montaggio Warren Low
Musiche Alex North
Scenografia Sam Comer e Arthur Krams
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La rosa tatuata (The Rose Tattoo) è un film del 1955 diretto da Daniel Mann.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Serafina Delle Rose è la devotissima moglie di Rosario, un camionista che col carico trasporta anche droga. Un giorno bussa alla porta Estella Hohengarten, una donna che chiede a Serafina di confezionare per l'uomo che ama una camicia di tessuto pregiato; Serafina ignora che la donna è l'amante di suo marito, il quale ascolta di nascosto la loro conversazione. Non appena la donna esce, Rosario si precipita a inseguirla col suo camion ma questi è sorvegliato dalla polizia, a conoscenza dei suoi trasporti di contrabbando che è solito caricare al club Mardi Gras, di proprietà di Estella, e, durante l'inseguimento, il camion sbanda ed esce di strada incendiandosi e nell'incidente Rosario vi trova la morte.

Serafina si chiude nel suo dolore e vorrebbe impedire alla figlia Rosa ogni contatto col mondo esterno, ad eccezione della scuola, di cui critica apertamente le feste dove i ragazzi sono invogliati ad una promiscuità che non approva, ma, tempo dopo, la donna conosce casualmente Alvaro Mangiacavallo, come lei emigrante siciliano e di mestiere camionista come Rosario. All'inizio Serafina è divisa tra la fedeltà alla memoria del defunto marito e l'interesse nascente per Alvaro. Ma tra scherni e pettegolezzi delle vicine di casa, Serafina scopre tutta la verità circa il mestiere del marito e la sua ex amante.

A metà strada tra lo sbigottimento e il vivo desiderio di difendere da un'accusa infamante l'onore e la memoria del defunto, accetta la realtà e durante uno sfogo spezza l'urna contenente le ceneri del marito, segno che si è come disancorata da un passato insostenibile. Nel frattempo, dà il proprio consenso alle nozze della figlia con un ragazzo di cui prova serietà e fede cattolica, e finalmente libera, accetta le attenzioni di Alvaro.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Tennessee Williams aveva scritto La rosa tatuata espressamente come lavoro teatrale per Anna Magnani, ma l'attrice non conosceva abbastanza l'inglese da poterlo interpretare in teatro. Fu così che il drammaturgo si convinse a cedere i diritti per la realizzazione di un film, ma pose al produttore due condizioni: assegnare la parte di protagonista femminile alla Magnani, e realizzare egli stesso la sceneggiatura.
Per coprire i rischi sul mercato, fu scelto come protagonista maschile un attore di successo, Burt Lancaster, che garantì buoni incassi al film e fu comunque gradito ai critici malgrado la sua interpretazione fosse sfacciatamente "sopra le righe".

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema