L'intrigo della collana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'intrigo della collana
Intrigodellacollana.png
Joely Richardson nel ruolo di Maria Antonietta
Titolo originale The Affair of the Necklace
Paese di produzione USA
Anno 2001
Durata 118 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Charles Shyer
Sceneggiatura John Sweet
Fotografia Ashley Rowe
Montaggio David Moritz
Musiche David Newman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Il suo titolo è stato usurpato.

La sua dignità offesa. I suoi diritti negati.
L'inganno è la sua unica possibilità di rivincita »

(Slogan del film)

L'intrigo della collana (The Affair of the Necklace) è un film del 2001 diretto da Charles Shyer.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Francia, a fine Settecento, Jeanne De Valois (Hilary Swank), lasciata la sua casa adottiva, parte alla ricerca di un patrimonio di famiglia, il quale potrebbe spettare a lei.
Coinvolti nel caso il suo disonesto marito e il cardinale che cercheranno di sviare la giovane donna. Questo intrigo è una delle scintille della Rivoluzione francese.

Storia e finzione[modifica | modifica wikitesto]

Jeanne La Motte, sedicente discendente dei Valois, organizzò una truffa ai danni della regina Maria Antonietta, per impossessarsi di una somma da capogiro derivante dalla vendita di una sensazionale collana di diamanti che il gioielliere parigino Bohmer aveva tentato di vendere alla regina stessa, ma senza successo. La donna convinse il cardinale di Rohan, un prelato corrotto che era in disgrazia presso la regina, a fare da garante a quest'ultima per l'acquisto della collana, e gli fece credere che fosse stata proprio Maria Antonietta a richiederlo. Naturalmente il gioielliere non ricevette alcun pagamento da parte della regina, del tutto ignara della macchinazione, ma quando il caso venne a galla Maria Antonietta pensò che fosse stato Rohan, per vendetta, ad organizzare la truffa ai suoi danni. Rohan fu dichiarato innocente, perché raggirato egli stesso dai La Motte; al contempo Jeanne ebbe molta fantasia e loquacità nel difendersi, il risultato fu che ad uscire danneggiata nella reputazione dall'intera faccenda fu proprio la regina Maria Antonietta, nonostante ne fosse la vittima.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Nel film, la figura di Jeanne risulta assai rivista ed edulcorata, lo stesso vale per le motivazioni che la spinsero ad agire. La vittima, insomma, sembra essere lei, e l'antagonista la regina Maria Antonietta.

Distribuzione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema