José Serra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo ciclista, vedi José Serra Gil.
José Serra
Serra Discurso.jpg

33 Governatore dello Stato di San Paolo
Durata mandato 1º gennaio 2007 –
2 aprile 2010
Predecessore Cláudio Lembo
Successore Alberto Goldman

59 Sindaco di San Paolo
Durata mandato 1º gennaio 2005 –
31 marzo 2006
Predecessore Marta Suplicy
Successore Gilberto Kassab

Ministro della Salute del Brasile
Durata mandato 31 marzo 1998 –
20 febbraio 2002
Presidente Fernando Henrique
Predecessore Carlos Albuquerque
Successore Barjas Negri

Ministro della Progettazione del Brasile
Durata mandato 1º gennaio 1995 –
30 aprile 1996
Presidente Fernando Henrique
Predecessore Beni Veras
Successore Antonio Kandir

Membro del Senato federale, Stato di San Paolo
Durata mandato 1º novembre 2002 –
1º febbraio 2003

Durata mandato 30 aprile 1996 –
21 marzo 1998

Membro della Camera dei deputati, Stato di San Paolo
Durata mandato 1º febbraio 1987 –
1º febbraio 1995

Dati generali
Partito politico Partito della Social Democrazia Brasiliana

José Serra (San Paolo del Brasile, 19 marzo 1942) è un politico ed economista brasiliano, membro del Partito della Social Democrazia Brasiliana (PSDB).

Figlio unico di un emigrato calabrese, il fruttivendolo Francesco Serra [1], nato a Corigliano Calabro[2] e di una figlia d'italiani (anch'essi calabresi).[3], Serafina Chirico, José Serra è nato nel quartiere della Mooca[4], tradizionale Little Italy di San Paolo. Sua moglie è la cilena Sylvia Mónica Allende Serra.[5]

È stato deputato federale dal 1986 al 1994, senatore (1994-2002) e ministro di Stato durante il governo di Fernando Henrique Cardoso.

È stato candidato a Presidente per il PSDB nel 2002, perdendo la sfida contro Lula, al ballottaggio. José Serra è stato inoltre sindaco di San Paolo, la più grande e importante città del Brasile ed è stato eletto governatore dello stato di San Paolo nell'ottobre del 2006.

Serra è stato candidato del suo partito per disputare la successione di Lula alle elezioni del 2010,[6] alla guida della coalizione Brasile può fare di più giungendo al ballottaggio dove ha perso contro Dilma Rousseff.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SERRA. O candidato enfrentou o funil da mobilidade social, a ditadura e o exílio antes de se tornar um dos principais políticos do Brasil
  2. ^ "Tenho mais medo de inveja do que de colesterol alto", Veja São Paulo, 27/10/2004
  3. ^ TRE-SP confirma vitória de Serra no 1º turno, Folha Online, 02/10/2006
  4. ^ Os Brasileiros do Ano 2004 - José Serra
  5. ^ Saiba mais sobre o governador eleito de São Paulo, Folha Online, 02/10/2006
  6. ^ Serra formaliza candidatura: "Não tenho esquemas ou patotas", O Globo, 16/06/2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 115963182 LCCN: n86036050