Iota Draconis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iota Draconis
Draco constellation Iota.png
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K2 III
Distanza dal Sole 102,7 al (31,5 pc)
Costellazione Dragone
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 15h 24m 55.7747s
Declinazione +58° 57' 57.836"
Dati fisici
Raggio medio 12,8 R
Massa
1,4 M
Temperatura
superficiale
4445 K (media)
Luminosità
Metallicità 138% rispetto al Sole[1]
Dati osservativi
Magnitudine app. +3,31
Magnitudine ass. +0,81
Nomenclature alternative
Edasich, HR 5744, HD 137759,

HIP 75458

Iota Draconis (ι Dra) è una stella di magnitudine apparente +3,31 che dista 103 anni luce dalla Terra, situata nella costellazione del Dragone. È anche conosciuta con il suo nome tradizionale Edasich.

Iota Draconis è una gigante arancione di tipo spettrale K2 III; ha una massa pari a 1,4 masse solari e un raggio di 13 volte quello del Sole.

Sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 è stato scoperto un pianeta extrasolare attorno alla stella, Iota Draconis b. Il pianeta ha una massa minima almeno 8 volte quella di Giove e orbita attorno alla propria stella a una distanza media di 1,25 UA, anche se l'orbita del pianeta è piuttosto eccentrica, e varia da una distanza minima di 0,39 UA fino ad un massimo di 2,1 UA,[2]. Impiega poco meno di un anno e mezzo per compiere una rivoluzione completa.

Data la luminosità attuale della stella madre, oltre 55 volte quella solare, la zona abitabile sarebbe situata da 6,8 a 13,5 UA di distanza, quindi il pianeta sarebbe ampiamente fuori dal limite interno, troppo vicino alla propria stella e l'eccentricità orbitale non può che peggiorare le condizioni favorevoli allo sviluppo della vita.

Prospetto[modifica | modifica sorgente]

Segue un prospetto dei componenti del sistema planetario di Iota Draconis, in ordine di distanza dalla stella.

Nome Massa Semiasse maggiore Eccentricità Periodo orbitale  Scoperta 
Iota Draconis b >8,82 ± 0,72 MJ 1,275 ± 0,074 UA 0,713 ± 0,008 510,702 giorni 2002

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Baines, Ellyn K. et al., Fundamental Parameters of the Exoplanet Host K Giant Star ι Draconis from the CHARA Array" in The Astrophysical Journal, vol. 743, nº 2, dicembre 2011, p. 130, DOI:10.1088/0004-637X/743/2/130.
  2. ^ Edasich (Stars, Jim Kaler)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni