Il sesto giorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il sesto giorno
Il sesto giorno.jpg
Arnold Schwarzenegger in una scena del film
Titolo originale The 6th Day
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2000
Durata 123 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza, azione
Regia Roger Spottiswoode
Soggetto Cormac Wibberley, Marianne Wibberley
Sceneggiatura Cormac Wibberley, Marianne Wibberley
Fotografia Pierre Mignot
Montaggio Michel Arcand, Mark Conte, Dominique Fortin
Effetti speciali Todd Bilawchuk, Brent Baker
Musiche Trevor Rabin, Michael Wandmacher
Scenografia James D. Bissell, John Willett
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il sesto giorno (The 6th Day) è un film del 2000 diretto da Roger Spottiswoode. Nel film vi sono diversi riferimenti a Blade Runner (come quando lo psichiatra pone la domanda sulla tartaruga nel deserto, o la persona che afferma di avere un serpente clonato).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un vicino futuro qualsiasi essere vivente può essere clonato e nascono così servizi di clonazione a pagamento come la Re-Pet, a cui portare i propri animali morti per riportarli in vita. Ma alcuni, come Adam Gibson (Arnold Schwarzenegger) si chiedono se non sia meglio evitare la clonazione e sostituire l'animale dei figli con qualcos'altro, come una bambola. Essendosi scambiato di posto con il suo collega che viene poi assassinato, viene clonato per sbaglio. Quando torna a casa dopo aver acquistato la bambola alla figlia trova il suo clone a rimpiazzarlo. A questo punto l'uomo deve scoprire cosa si cela dietro questo mistero e nella ricerca della verità si imbatte in alcuni killer che lo vogliono morto per coprire il segreto e si trova costretto a lottare per salvare la sua vita e quella dei suoi familiari.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]