Il faro in capo al mondo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il faro in capo al mondo
Titolo originale The Light a the Edge of the World
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti, Liechtenstein, Spagna, Svizzera
Anno 1971
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere avventura, drammatico
Regia Kevin Billington
Soggetto Jules Verne
Sceneggiatura Tom Rowe
Produttore Kirk Douglas
Fotografia Henri Decaé, Cecilio Paniagua
Montaggio Bert Bates
Effetti speciali Antonio Molina, Richard M. Parker
Musiche Piero Piccioni
Scenografia Enrique Alarcòn
Costumi Deirdre Clancy
Interpreti e personaggi

Il faro in capo al mondo (The Light a the Edge of the World) è un film del 1971 diretto da Kevin Billington, con Yul Brynner.

Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Jules Verne

Trama[modifica | modifica sorgente]

In una isoletta sperduta, a guardia del faro e dello stretto passaggio del mare, vivono tre individui. Un giorno arrivano i pirati, predoni del mare, che catturano i tre guardiani. Due di questi, il vecchio e il ragazzo Felipe vengono subito uccisi in modo barbaro. Il terzo, Will Denton riesce a fuggire e si nasconde in una piccola grotta nella scogliera. Nell'isola, brulla, spoglia e selvaggia, non ci sono tanti nascondigli e i predoni non hanno intenzione di andarsene tanto presto in quanto il faro aiuta nel passaggio diverse imbarcazioni che, se venissero mal indirizzate, si incaglierebbero diventando facili prede e fonte di guadagno. Il capo dei pirati, Kronge è estremamente violento e quando Will viene ricatturato non esita a torturarlo e farlo torturare dai suoi uomini. In questo clima di violenza Denton riuscirà comunque a salvarsi e a salvare il faro.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è ambientato a Capo Horn ma è stato girato in Spagna a Cabo de Creus e Cadaqués in Catalogna, nell'Alicante e nella Murcia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema