Hydromys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hydromys
Hydromys chrysogaster - Gould.jpg
Hydromys chrysogaster
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Hydromys
Geoffroy, 1804
Specie

Vedi testo

Hydromys (Geoffroy, 1804) è un genere di Roditori della famiglia dei Muridi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Hydromys appartengono roditori di medio-grandi dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 122 e 390 mm, la lunghezza della coda tra 103 e 320 mm e un peso fino a 1,2 kg.[1]

Il cranio presenta ossa nasali accorciate e frontali strette, la scatola cranica stretta e le creste sopra-orbitali poco sviluppate. La bolla timpanica è molto piccola. Gli incisivi sono lunghi e robusti.
Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

2 0 0 1 1 0 0 2
2 0 0 1 1 0 0 2
Totale: 12
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Il corpo è adattato alla vita acquatica. La pelliccia è densa e soffice. Le orecchie sono piccole. Il labbro superiore è rigonfio e ricoperto di vibrisse. Le zampe anteriori hanno 4 dita funzionali, con il terzo più lungo degli altri. I piedi sono molto grandi, con 5 dita moderatamente palmate, di cui le due esterne sono le più corte. La coda è più corta della testa e del corpo, ricoperta fittamente di peli. Le femmine hanno due paia di mammelle inguinali.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è diffuso in Australia, Nuova Guinea ed alcune isole vicine.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende 6 specie.[2]

  • Sottogenere Hydromys - orecchie ridotte, pelliccia lucida.
Hydromys chrysogaster
Hydromys hussoni
Hydromys neobritannicus
Hydromys ziegleri
  • Sottogenere Baiyankamys - orecchie normali, pelliccia soffice.
Hydromys habbema
Hydromys shawmayeri

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novak, 1999
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hydromys in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi