Gymnema sylvestre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gimnema
Gymnema sylvestre
Gymnema sylvestre
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Gentianales
Famiglia Asclepiadaceae
Genere Gymnema
Specie G. sylvestre
Classificazione APG
Famiglia Apocynaceae
Sottofamiglia Asclepiadoideae
Nomenclatura binomiale
Gymnema sylvestre
(Retz.) Schult.
Sinonimi

Periploca sylvestris
(Retz.) Schult.

Nomi comuni

Gimnema

Gymnema sylvestre (Retz.) Schult. è una pianta rampicante di grandi dimensioni appartenente alla famiglia delle Asclepiadaceae (Apocynaceae secondo la classificazione APG), diffusa nelle zone tropicali di Africa, Asia e Australia.

Usi terapeutici[modifica | modifica sorgente]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

È da tempo impiegata nella medicina cinese e ayurvedica per le sue proprietà ipoglicemizzanti e da poco è conosciuta e impiegata anche in occidente, dopo che studi medici hanno valutato che interferisce sull'assorbimento del glucosio a livello intestinale.[1]

Il principio attivo (acido gimnemico) è una molecola simile a quella del glucosio ma di dimensioni maggiori e viene estratto dalle foglie. L' azione dell'acido gimnemico pare si esplichi a 2 livelli nel nostro organismo:

  • a livello delle papille gustative, dove il legame con il recettore del glucosio ha l'effetto di alterare la percezione del sapore dolce, senza modificare quella del salato e dell'amaro.[1]

L'impiego contemporaneo con ipoglicemizzanti orali non è consigliato o comunque conviene stare attenti al loro dosaggio, perché potrebbero, in associazione, provocare ipoglicemia.[1]

La Gymnema sylvestre è stata con successo utilizzata come coadiuvante nelle diete finalizzate alla perdita di peso, talvolta associata anche a Garcinia cambogia.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d "In linea con le piante", di Roberta Pasero, pubbl. su Sapere&Salute, anno 4, luglio 1999, num.21, pag.28-31

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica