Gottfried Kirch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gottfried Kirch

Gottfried Kirch, o Kirche o Kirkius (Guben, 18 dicembre 1639Berlino, 25 luglio 1710), è stato un astronomo tedesco.

Figlio di un calzolaio, Kirch dapprima lavorò come redattore di calendari in Sassonia e in Franconia, poi intraprese gli studi in astronomia, inizialmente a Jena, e successivamente, sotto l'insegnamento di Johannes Hevelius, a Danzica. Proprio lì, nel 1667, Kirch pubblicò calendari e costruì diversi telescopi e strumenti ottici.

Nel 1686, Kirch si recò a Lipsia, dove osservò la Grande Cometa del 1686, insieme a Christoph Arnold (1650-1695). In quella città l'astronomo conobbe anche la sua seconda moglie, Maria Margarethe Winckelmann (1670-1720), che aveva studiato astronomia con Arnold. Nel 1688, Kirch inventò e segnò su mappa la costellazione Scettro di Brandeburgo (Sceptrum Brandenburgicum), al giorno d'oggi dimenticata.

Nel 1680 scoprì una cometa (la C/1680 V1, battezzata informalmente col nome di Kirck), conosciuta anche come la Grande Cometa del 1680: fu la prima cometa nella storia ad essere scoperta grazie all'uso di un telescopio.

Nel 1681 scoprì l'ammasso aperto M11.

Nel 1700, Kirch fu scelto da Federico I di Prussia come primo astronomo della Reale Società delle Scienze di Prussia.

Kirch studiò la stella doppia Mizar, e scoprì sia l'ammasso dell'Anitra Selvatica (nel 1681), sia l'ammasso globulare M5 (il 5 maggio 1702). L'astronomo scoprì anche la variabilità della variabile Mira Chi Cygni nel 1687.

In suo onore gli sono stati dedicati un cratere sulla Luna (il cratere di Kirch) e l'asteroide 6841 Gottfriedkirch.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Gottfried Kirch Biografia, dal Catalogo Messier, sito messier.seds.org.
  • (DE) Gottfried Kirch Biografia e bibliografia, dal sito Gottfried-Kirch-Edition. URL visitato il 29/04/2012

Controllo di autorità VIAF: 39675309 LCCN: no99046781