Gomphosus varius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gomphosus varius
Gomphosus varius 2.jpg
Gomphosus varius female.jpg
Esemplare maschio (sopra) e femmina.
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Gomphosus
Nomenclatura binomiale
Gomphosus varius
Lacépède, 1801

Gomphosus varius Lacépède, 1801 è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Labridae.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Proviene dall'oceano Indiano e dall'oceano Pacifico, dove è stato osservato alle Hawaii, a sud del Giappone, in Australia ed alle Filippine. Sono stati trovati degli ibridi con Thalassoma lunare e Thalassoma duperrey. Vive nelle barriere coralline[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è allungato, ovale, compresso lateralmente. Nei maschi adulti il muso è molto allungato, ed è blu come tutta la testa. Dietro l'opercolo, all'attaccatura delle pinne pettorali, è presente una macchia verde brillante. Il corpo è verde con sfumature blu. Le pinne sono azzurre, mentre la pinna caudale è a forma di mezzaluna e può avere delle sfumature rossicce. Le femmine,invece, sono grige e bianche con il muso attraversato da una striscia arancione. Non supera i 30 cm[2].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Questo pesce è spesso oggetto di pesca con il cianuro per l'acquariofilia, dove è molto apprezzato per la colorazione e l'aspetto originale[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Gomphosus varius in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) G. varius in FishBase. URL consultato il 13 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci