Thalassoma lunare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Labride verde e blu
OtomeBRyg.jpg Thalassoma lunare 1.jpg
esemplare giovanile (sopra) e maschio adulto
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Labridae
Sottofamiglia Corinae
Genere Thalassoma
Specie T. lunare
Nomenclatura binomiale
Thalassoma lunare
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Chlorichthys grayii, Julim lutescentem, Julis celebicus, Julis cyanoventor, Julis gracilis, Julis hardwickii, Julis maculata, Julis meniscus, Julis mertensii, Julis porphyrocephala, Julis rapan, Julis trimaculatus, Julis truncates, Julis ventralis, Labrus lunaris, Labrus polyodon, Labrus viridis, Labrus zeylanicus, Scarus gallus, Thalassoma cupido bipunctatum, Thalassoma herrei, Thallasoma lunare, Trichopus arabicus

Thalassoma lunare (Linnaeus, 1758), conosciuto comunemente come labride verde e blu, è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Labridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nel mar Rosso e nelle parti tropicali dell'Indo-Pacifico, dalle coste tropicali dell'Africa orientale fino alla Nuova Zelanda.

Vive nelle barriere coralline.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è allungato, piuttosto compresso ai fianchi, il profilo dorsale percettibilmente arcuato, quello ventrale meno. La pinna caudale è larga, a delta e con i due estremi allungati. La pinna dorsale è bassa e lunga, così come l'anale, mentre la pinna pettorale è ampia e trapezoidale.
La livrea giovanile prevede una colorazione verdastra screziata da piccole macchie verticali rossastre, il ventre bianco e la testa verde striata di magenta. Le pinne sono quasi trasparenti, orlate debolmente di rosso e d'azzurro, la coda è trasparente. La livrea adulta è decisamente più viva: la testa è verde-azzurra con grosse zebrature rosse e magenta, gli stessi colori che screziano minutamente il lungo corpo verde. Alla radice del grosso peduncolo caudale vi è una macchia nera. La pinna dorsale ha un'anima magenta, orlata d'azzurro vivo mentre la pinna dorsale e quella anale, verdi, presentano entrambe due strisce orizzontali (una azzurra e una rossa) a media altezza.

Le pinne ventrali sono gialle, così come il centro della pinna caudale, orlata di verde e con le due estremità allungate rossastre o magenta.

Raggiunge una lunghezza massima di 25 cm.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è ermafrodita protogina: gli esemplari giovani sono tutti di sesso femminile. Con il passare del tempo esse cambiano sesso diventando esemplari maschili a tutti gli effetti.
Sono documentati casi piuttosto comuni di ibridazione con Thalassoma rueppellii.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di invertebrati e di uova di pesce.

Predatori[modifica | modifica sorgente]

È preda abituale di Synodus englemani e di Plectropomus leopardus.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Il labride verde e blu è un pesce tranquillo, anche se in perenne movimento: può essere allevato solo da chi possiede acquari marini spaziosi. Gli acquari pubblici lo ospitano spesso nelle vasche di barriera corallina.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Thalassoma lunare in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci