Giuseppe Partini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sede centrale della Banca Monte dei Paschi di Siena

Giuseppe Partini (Siena, 5 maggio 1842Siena, 14 novembre 1895) è stato un architetto italiano.

Partini si formò come autodidatta e iniziò la professione di architetto in giovane età. Si occupò tanto dell'edificazione di nuovi edifici quanto di restauro architettonico. Può essere annoverato come uno dei principali esponenti in architettura del movimento denominato Purismo, assieme alla figura di Luigi Mussini. Il recupero e l'esaltazione dell'architettura medioevale, come che Partini propose nelle nuove architetture era anche un principio fondante dei suoi restauri, che si sviluppò nella sfera del restauro stilistico. Da un lato un'estetica che guida l'artista nel lavoro di epurazione dagli eccessi ornamentali, dall'altro una approccio al restauro volto a restituire, attraverso la ricostruzione storia, l'integrità dell'opera.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Il Palazzo di Giustizia di Chiavari e il monumento a Giuseppe Mazzini, quest'ultimo opera del torinese Augusto Rivalta
  • 1861 Cappella della Villa Pieri Nerli a Quinciano.
  • 1867-1895 Nominato architetto del Duomo di Siena, si occupò negli anni del progetto della facciata e della cupola e di altri restauri.
  • 1883 Restauro del cortile del Palazzo Pubblico a Siena.
  • 1883-1885 Restauro della Collegiata di Asciano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]