Gianni Giadresco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gianni Giadresco (Lugo di Romagna, 1927Ravenna, 20 gennaio 2005) è stato un partigiano, giornalista e scrittore italiano.

Durante la Resistenza, a soli 16 anni, fu partigiano appartenente alla 28ª Brigata Garibaldi "Mario Gordini", sotto il comando di Arrigo Boldrini.
Nel dopoguerra divenne dirigente del P.C.I.. A seguito del suo scioglimento nel 1991 e della contestuale costituzione del Partito Democratico della Sinistra (PDS) fu tra coloro che fuoriuscirono da esso per fondare il Movimento per la Rifondazione Comunista. Nel 1998 aderì al Partito dei Comunisti Italiani (PdCI).
Ha scritto numerosi libri prevalentemente relativi alle sue memorie ed esperienze nella lotta di Liberazione e militanza politica in area ravennate.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Ravenna zona operazioni 1944-1945, ANPI, Ravenna, 1955 (riedizione La battaglia di Ravenna, Editori Riuniti, Roma, 1964).
  • Il compromesso bizantino, Editori Riuniti, Roma, 1979.
  • Dai magliari ai vu' cumpra, Rubbettino, Soveria Mannelli, 1988.
  • Amarcord del P.C.I., Il Monogramma, Ravenna, 1991.
  • Partigiani in pianura, Il Monogramma, Ravenna, 1995.
  • Guerra in Romagna 1943-1945, Il Monogramma, Ravenna, 2004.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gianni Giadresco - Luciano Casali (a cura di), I compagni di Ravenna, Galeati, Imola, 1972.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]