Freedom - No Compromise

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Freedom - No Compromise

Artista Little Steven
Tipo album Studio
Pubblicazione 1987
Dischi 1
Tracce 8
Genere Rock
Etichetta EMI Records
Produttore Steve Van Zandt
Little Steven - cronologia
Album precedente
(1984)
Album successivo
(1989)

Freedom - No Compromise è il terzo album solista di Little Steven, pubblicato nel 1987.[1]

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Visto il successo ottenuto nel 1985 con la pubblicazione del singolo dance-rock Sun City (nell'ambito del suo progetto Artists United Against Apartheid), Little Steven continua musicalmente sulla stessa scia, accantonando in maniera piuttosto evidente le atmosfere garage rock dei due precedenti dischi a favore di un genere pop-rock contaminato da elementi etnici, e creando così un gradevole esempio di world music. Gli episodi più riusciti sono senz'altro l'indimenticabile "Bitter Fruit" (nella quale Ruben Blades, famoso cantante panamense di musica latina, dà il suo contributo canoro), "No More Party's" (brano che ha riscosso un discreto successo anche nelle discoteche), "Trail Of Broken Treaties" e "Pretoria". Nel brano "Native American", forse il più memorabile di tutto l'album (e che fa parte del poco vasto ma valido repertorio Reggae di Little Steven, assieme ad altri brani come "Solidarity", "I'm A Patriot" e "Leonard Peltier", presenti in altri lavori) duetta con lui il "boss" Bruce Springsteen. I testi sono prettamente politici e di condanna verso la politica del governo USA, come anche per il precedente Voice of America.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Freedom
  2. Trail Of Broken Treaties
  3. Pretoria
  4. Bitter Fruit
  5. No More Party's
  6. Can't You Feel The Fire
  7. Native American
  8. Sanctuary

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Freedom - No Compromise in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 6 maggio 2013.
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock