Fort Minor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fort Minor
Mike Shinoda, leader dei Fort Minor
Mike Shinoda, leader dei Fort Minor
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rap
Periodo di attività 2004-2006 (in pausa)
Album pubblicati 2
Studio 2 (1 + 1 mixtape)
Sito web

I Fort Minor sono un side-project rap fondato verso la fine del 2004 da Mike Shinoda, rapper del gruppo musicale statunitense Linkin Park.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

The Rising Tied (2004-2006)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Rising Tied.

Il 4 marzo 2005 Mike Shinoda annunciò in un'intervista concessa ad MTV che avrebbe lavorato a un album solista, descritto come "Non prettamente hip hop ma neanche rock. Per i fan che apprezzano solamente il lato rock dei Linkin Park, spero vi piaccia, ma non si sa mai."[1] Successivamente rivelò in una seconda intervista ad MTV che avrebbe impiegato il nome "Fort Minor" per il suo progetto hip hop.[2]

Dopo aver annunciato la presenza nell'album di numerosi artisti appartenenti perlopiù alla scena rap, quali Common, Black Thought dei The Roots,[1] Eric Bobo dei Cypress Hill[3] e gli Styles of Beyond[2] il 4 ottobre 2005 il gruppo pubblicò il doppio singolo Petrified/Remember the Name, seguito il 30 dell ostesso mese dal mixtape Fort Minor: We Major. Entrambe le pubblicazioni anticiparono il primo album in studio The Rising Tied, uscito 22 novembre 2005 dalla Machine Shop Recordings, etichetta fondata da Shinoda.

Dall'album vennero estratti altri due singoli: Believe Me e Where'd You Go; quest'ultimo raggiunse la quarta posizione della classifica statunitense dei singoli e fu certificato disco di platino dalla RIAA.[4][5]

La pausa (2007-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 2007, Shinoda non parlò più del progetto Fort Minor sino al mese di maggio 2011, quando nel corso di una videochat riservata agli iscritti al fan club dei Linkin Park ha affermato che in quel momento non ci sono progetti per la realizzazione di un secondo album dei Fort Minor.[6] Tuttavia, due anni più tardi, con la pubblicazione dell'album di remix dei Linkin Park Recharged, Ryu degli Styles of Beyond afferma nel remix del brano di Skin to Bone che "passiamo alla fase due. La missione non è ancora finita, sono stato su Internet sentendo i fan discutere e forse dovremmo considerarlo [il progetto]".[7]

In un'intervista di settembre 2014, Shinoda ha rivelato che "C'è una chiara possibilità che ci sarà nuovo materiale dei Fort Minor in futuro. E, qualsiasi cosa sia, quando accadrà, non voglio che suoni come l'ultimo album... Mi piace mantenere le cose in movimento".[8]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

Extended play[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Album video[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Regista
2005 Petrified Robert Hales
Remember the Name Kimo Proudfoot
Believe Me Laurent Briet
2006 Where'd You Go Philip Andelman

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) James Montgomery, Mike Shinoda's Solo Album May Divide Linkin Park Fans, MTV, 4 marzo 2005. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  2. ^ a b (EN) Hillary Crosley, Linkin Park MC Builds A Fort With Jay-Z, Common, John Legend, MTV, 18 aprile 2005. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) 25Q with Fixins: The Fort Minor Interview with Mike Shinoda, Fixins. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Fort Minor - Chart history (The Hot 100), Billboard. URL consultato il 21 maggio 2013.
  5. ^ (EN) Gold & Platinum Searchable Database, RIAA. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  6. ^ Resoconto Videochat con Mike, Linkin Park Italia, 4 maggio 2011. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  7. ^ (EN) RECHARGED, Linkin Park. URL consultato il 21 febbraio 2014.
    «Fort Minor we major, let's take it to phase two. The mission isn't finished yet, I been on the internet. Hearin' fans talk and maybe we should consider it». Cliccare "Lyrics" vicino a SKIN TO BONE (Nick Catchdubs Remix) [feat. Cody B. Ware & Ryu].
  8. ^ Filmato audio Montreality, Mike Shinoda ● LINKIN PARK ● MONTREALITY ● Interview su YouTube, 15 settembre 2014. URL consultato il 21 febbraio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]