The Rising Tied

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Rising Tied
Artista Fort Minor
Tipo album Studio
Pubblicazione 22 novembre 2005
Durata 51 min : 28 s
Dischi 1
Tracce 16
Genere Alternative rap[1]
Etichetta Machine Shop, Warner Bros.
Produttore Mike Shinoda
Registrazione 2004-2005
Formati CD, download digitale
Fort Minor - cronologia
Album precedente
(2005)
Album successivo
Singoli
  1. Petrified/Remember the Name
    Pubblicato: 4 ottobre 2005
  2. Believe Me
    Pubblicato: 15 novembre 2005
  3. Where'd You Go
    Pubblicato: 10 aprile 2006

The Rising Tied è il primo album studio del gruppo musicale statunitense Fort Minor, side-project del rapper Mike Shinoda dei Linkin Park. Il disco è stato pubblicato il 22 novembre 2005 dalla Machine Shop Recordings, etichetta discografica fondata dallo stesso Shinoda.

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Il 4 marzo 2005, Shinoda annunciò in un'intervista con MTV che avrebbe lavorato a un album solista,[2] il quale è stato descritto come un album "Non prettamente hip hop ma neanche rock. Per i fan che apprezzano solamente il lato rock dei Linkin Park, spero vi piaccia, ma non si sa mai."[2] Shinoda inoltre affermò che avrebbe suonato tutti gli strumenti nell'album[3] e confermò la presenza di Common e di Black Thought dei The Roots come artisti partecipanti.[2] Common fece ascoltare a Shinoda alcuni brani tratti dall'allora inedito Be.[4] In un'altra intervista, Shinoda confermò anche che avrebbe adottato il nome "Fort Minor" per il suo progetto hip hop.[5]

Il rapper Jay-Z, il quale collaborò in precedenza con i Linkin Park all'EP Collision Course venne confermato come produttore esecutivo dell'album[5] e più tardi furono confermate altre presenze di artisti collaboratori, tra cui Kenna,[5] Jonah Matranga, il DJ dei Linkin Park Joe Hahn, Eric Bobo degli Cypress Hill,[3] gli Styles of Beyond[5] ed Holly Brook[3] (quest'ultimi due provenienti dall'etichetta discografica di Shinoda, la Machine Shop Recordings) e John Legend, l'unico artista che Shinoda non incontrò mai personalmente prima della produzione dell'album.[3][5]

Shinoda consultò Jay-Z e l'A&R della Machine Shop Recordings nonché chitarrista dei Linkin Park Brad Delson per la scelta delle canzoni che dovevano essere completate per l'album[4] (parti di questa conversazione furono incluse nell'album); il rapper inoltre spiegò anche di come si sentì a proprio agio nel lavorare con Delson, dicendo che "dal momento che questo disco sta per essere pubblicato attraverso la Machine Shop, la nostra etichetta, potevo scegliere qualsiasi persona che volevo per lavorarci su, perciò scelsi Brad come nostro A&R, il che è divertente perché...Brad non è un semplice addetto della Machine Shop, ma un mio amico."[6]

Stile e composizione[modifica | modifica sorgente]

I testi di The Rising Tied parlano principalmente di temi politici ma trattano anche delle esperienze personali avute da Shinoda: Get Me Gone parla dello scetticismo e delle critiche su Shinoda durante i primi anni dei Linkin Park mentre Kenji parla di un immigrato giapponese che, insieme alla sua famiglia, viene inviato in un campo di internamento a seguito dell'attacco di Pearl Harbor. Shinoda spiegò in un'intervista che suo padre era nato durante la seconda guerra mondiale ed era stato internato con la sua famiglia;[7] nella canzone è possibile ascoltare estratti di interviste che il rapper ha fatto a suo padre e sua zia, quest'ultima della quale Shinoda ha detto che "lei era là quando le persone venivano spinte fuori dalle proprie case, e loro non avevano assolutamente nulla a che fare con tutto ciò [che coinvolgeva la guerra].[8]

L'album utilizza numerose conversazioni tratte dal dietro le quinte della realizzazione dello stesso: è possibile sentire Jay-Z nella traccia d'apertura Introduction; una conversazione tra Jay-Z, Shinoda e Brad Delson può essere sentita tra la fine di Where'd You Go e l'inizio di In Stereo e infine (come già accennato prima) alla fine di Believe Me e in Get Me Gone si può sentire Shinoda che parla dello scetticismo e delle critiche ricevute durante i primi anni dei Linkin Park.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Testi di Mike Shinoda (eccetto dove indicato), musiche di Mike Shinoda.

  1. Introduction – 0:43
  2. Remember the Name (featuring Styles of Beyond) (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir)
  3. Right Now (featuring Black Thought of The Roots and Styles of Beyond) – 4:14 (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir, Tariq Trotter)
  4. Petrified – 3:40
  5. Feel Like Home (featuring Styles of Beyond) – 3:53 (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir)
  6. Where'd You Go (featuring Holly Brook and Jonah Matranga) – 3:51
  7. In Stereo – 3:29
  8. Back Home (featuring Common and Styles of Beyond) – 3:44 (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir, Lonnie Rashid Lynn)
  9. Cigarettes – 3:40
  10. Believe Me (featuring Bobo and Styles of Beyond) – 3:42 (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir)
  11. Get Me Gone – 1:56
  12. High Road (featuring John Legend) – 3:16
  13. Kenji – 3:51
  14. Red to Black (featuring Kenna, Jonah Matranga and Styles of Beyond) – 3:11 (Mike Shinoda, Ryan Maginn, Takbir Bashir)
  15. The Battle (featuring Celph Titled) – 0:32
  16. Slip Out the Back (featuring Mr. Hahn) – 3:56 (Mike Shinoda, Joe Hahn)
Edizione speciale
  • CD
  1. Be Somebody (featuring Lupe Fiasco, Holly Brook and Tak of Styles of Beyond) – 3:15
  2. There They Go (featuring Sixx John) – 3:17
  3. The Hard Way (featuring Kenna) – 3:54
  • DVD
  1. The Making of The Rising Tied – 22:07
Tracce bonus nella versione Deluxe di iTunes[9]
  1. Petrifed (Los Angeles Remix) – 3:32
Contenuti multimediali
  1. The Making of Petrified Video
  2. Petrified (Video)
  3. Extras - Wallpapers
  4. Weblink - Bonus Online Material

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Altri musicisti
  • Tak – rapping
  • Ryu – rapping
  • DJ Cheapshot – giradischi (traccia 5)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Rising Tied in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b c (EN) James Montgomery, Mike Shinoda's Solo Album May Divide Linkin Park Fans, MTV.com, 4 marzo 2005. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  3. ^ a b c d (EN) 25Q with Fixins: The Fort Minor Interview with Mike Shinoda, Fixins.com. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  4. ^ a b  Fort Minor - Making Of The Rising Tied 1 Of 2. YouTube. URL consultato in data 9 dicembre 2012.
  5. ^ a b c d e (EN) Hillary Crosley, Linkin Park MC Builds A Fort With Jay-Z, Common, John Legend, MTV.com, 18 aprile 2005. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  6. ^ (EN) Corey Moss, Mike Shinoda Respects Jay-Z's Retirement, Says Linkin Park Not On Hiatus, MTV.com, 2 settembre 2005. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  7. ^ (EN) Lim Cathy, Getting Back to His Roots, Rafu.com, 28 aprile 2006. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  8. ^ (EN) Corey Moss, Mike Shinoda: Storyteller, MTV.com. URL consultato il 9 dicembre 2012.
  9. ^ The Rising Tied (Deluxe Version), iTunes.com. URL consultato il 12 febbraio 2012.
hip hop Portale Hip hop: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hip hop