Esztergom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esztergom
comune
Esztergom – Stemma Esztergom – Bandiera
Esztergom – Veduta
Dati amministrativi
Stato Ungheria Ungheria
Regione Transdanubio Centrale
Provincia HUN Komárom-Esztergom megye COA.jpg Komárom-Esztergom
Sindaco Éva Tétényi
Territorio
Coordinate 47°47′08″N 18°44′25″E / 47.785556°N 18.740278°E47.785556; 18.740278 (Esztergom)Coordinate: 47°47′08″N 18°44′25″E / 47.785556°N 18.740278°E47.785556; 18.740278 (Esztergom)
Superficie 100,35 km²
Abitanti 30 928 (2009)
Densità 308,2 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 2500-2509
Prefisso 33
Fuso orario UTC+1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Ungheria
Esztergom
Sito istituzionale

Esztergom (in italiano Strigonio, desueto; in tedesco Gran; in slovacco Ostrihom) è una città dell'Ungheria settentrionale situata nella provincia di Komárom-Esztergom. La città si trova sulla riva destra del Danubio e 50 km circa a nord-nordovest di Budapest, proprio presso il confine con la Slovacchia. Sede tradizionale dell'arcivescovato cattolico in cui ha sede il primate d'Ungheria. La sua diocesi comprende Budapest ed oggi si chiama Arcidiocesi di Strigonio-Budapest. Insieme all'Arcidiocesi di Eger, all'Arcidiocesi di Kalocsa-Kecskemét e all'Arcidiocesi di Veszprém costituisce una delle quattro sedi metropolitane d'Ungheria [1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Era l'antico forte militare di Solva di epoca romana (periodo Flavio-Traianeo), sede prima della cohors I Batavorum milliaria pia fidelis civium romanorum dai Flavi a Traiano, poi della cohors I Ulpia Pannoniorum equitata milliaria (da Traiano a Marco Aurelio). Qui potrebbe aver risieduto Marco Aurelio durante il suo secondo soggiorno in Pannonia, nel corso della seconda expeditio germanica del 178-179 d.C. A testimonianza l'opera dello stesso imperatore romano, Colloqui con se stesso, scritti sul fiume Gran.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Esztergom è gemellata con:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Víziváros: la città Bassa, il Municipio, con attorno diverse case barocche, nella Bottyán János utca il palazzo del 1700 e la casa con portone ligneo decorato a raggi solari, la chiesa dei francescani e, nella piazza, la colonna dell'Immacolata. Nella Bajcsy-Zsilinzky utca alle pendici del castello si trova il "Museo cristiano" che conserva il dipinto di Bernardino Luini raffigurante la Madonna col Bambino del 1503 circa, e la biblioteca della cattedrale, sulla destra si sale al monte di San Tommaso, in fondo alla via sotto lo sperone del castello si trova la parrocchiale barocca a facciata covessa tra due campanili, nella piazzetta si trova il monumento a Santo Stefano.
  • Várhegy: la cittadella, l'imponente cattedrale di Nostra Signora e di Sant'Adalberto simbolo della città che misura 118 metri per 49 metri, con una cupola di 33 metri di diametro e 71 d'altezza con 24 colonne, la facciata con 8 colonne alte 21 metri. All'interno una cappella tutta in marmo rosso. La cattedrale merita una visione notturna (vista dal Danubio)
  • Mercato nella città bassa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Structured View of Dioceses in Europe [Catholic-Hierarchy]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]