Epsilon Crucis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ε Crucis
Crux constellation map.svg
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K3III
Tipo di variabile sospetta variabile
Distanza dal Sole 228 ± 9 anni luce
Costellazione Croce del Sud
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 12h 21m 21,6s
Declinazione -60° 24' 4"
Lat. galattica 2,2538°
Long. galattica 299,2231°
Dati fisici
Raggio medio 32,9 ± 2,5 R
Massa
1,42 ± 0,22 M
Temperatura
superficiale
4.148 K (media)
Luminosità
Indice di colore (B-V) 1,42
Età stimata 2,83 ± 1,20 miliardi di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. +3,56
Magnitudine ass. -0,63
Parallasse 14,30 ± 0,56 mas
Moto proprio AR: −171,06 mas/anno
Dec: 91,83 mas/anno
Velocità radiale -4,6 km/s
Nomenclature alternative
Juxta Crucem, Juxta, ε Cru, HR 4700, CD -59°4221, HD 107446, FK5 2989, SAO 251862, HIP 60260.

Epsilon Crucis (ε Cru / ε Crucis / Epsilon Crucis) è una stella di quarta magnitudine e di classe spettrale K3III appartenente alla costellazione della Croce del Sud. Viene talvolta denominata Intrometida ("Intrusa") in portoghese,[2] e Juxta Crucem (dal latino: "presso la Croce"), o semplicemente Juxta, in spagnolo. È una gigante arancione, situata a circa 228 anni luce dalla Terra.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Epsilon Crucis è la stella a destra nell'immagine, a fianco della nebulosa IRAS 12116-6001. La stella appare di colore blu perché ripresa nel vicino infrarosso.

Epsilon Curcis è una gigante arancione di classe K3.5III; ha un'età di quasi 3 miliardi di anni, una massa 1,42 volte quella solare ed un raggio 33 volte superiore a quello della nostra stella[3].

Epsilon Crucis è catalogata come variabile irregolare con la denominazione NSV 5568, anche se la variazione in luminosità pare non avere nessuna regolarità e nessun periodo è conosciuto[1].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

ε Cru è riprodotta sulle bandiere dell'Australia, della Papua Nuova Guinea e delle Samoa come una delle 5 stelle che compongono la Croce del Sud. È anche raffigurata sulla bandiera del Brasile, assieme ad altre 26 stelle, ciascuna delle quali ne rappresenta uno Stato (ε Cru è associata allo Stato di Espírito Santo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Epsilon Crucis (Stars, Jim Kaler)
  2. ^ da Silva Oliveira, R., "Crux Australis: o Cruzeiro do Sul", Artigos: Planetario Movel Inflavel AsterDomus.
  3. ^ L. da Silva, L. Girardi, L. Pasquini, J. Setiawan, O. von der Lühe, J.R. de Medeiros, A. Hatzes, M. P. Döllinger & A. Weiss, Basic physical parameters of a selected sample of evolved stars in Astronomy and Astrophysics, vol. 458, nº 2, 2006, pp. 609-623.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni