Enoch Sontonga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enoch Sontonga

Enoch Mankayi Sontonga (Uitenhage, 1873 circa – Johannesburg, 18 aprile 1905) è stato un compositore sudafricano. Viene ricordato soprattutto per aver scritto Nkosi Sikelel' iAfrika ("Dio benedica l'Africa"), che è stato l'inno ufficiale dell'African National Congress (ANC) dal 1925 e che è parte dell'inno nazionale del Sudafrica e inno nazionale della Tanzania e dello Zambia.

Sotonga nacque a Uitenhage, nella Provincia del Capo Orientale, da una famiglia di etnia xhosa. Studiò per diventare maestro prima alla Lovedale Institution e poi presso la scuola metodista di Nancefield, vicino a Johannesburg. In seguito intraprese la professione di maestro, ma fu anche direttore di coro e fotografo.

Per molto tempo si è ignorato dove Sontonga fosse sepolto; nei primi anni novanta la sua tomba è stata identificata nel cimitero di Braamfontein. La tomba di Sontonga è stata dichiarata monumento nazionale del Sudafrica il 24 settembre 1996, con una cerimonia presieduta dal presidente Nelson Mandela, che in quella circostanza assegnò a Sontonga il riconoscimento del South African Order of Meritorious Service ("Ordine sudafricano del servizio meritevole").

Controllo di autorità VIAF: (EN16374574 · LCCN: (ENn89634838 · ISNI: (EN0000 0000 3268 3070 · GND: (DE173879322 · BNF: (FRcb16553631j (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie