Emma Perodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emma Perodi

Emma Perodi (Cerreto Guidi, 31 gennaio 1850Palermo, 5 marzo 1918) è stata una giornalista e scrittrice italiana, autrice, soprattutto, di letteratura per l'infanzia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Per molti anni c'è stata incertezza sul luogo di nascita della scrittrice, che si credeva venuta al mondo a Firenze o a Fiesole, ma negli anni ottanta del XX secolo fu rinvenuto il suo atto di battesimo, con cui si certificava che la bambina, nata alle due di notte, era stata battezzata nella parrocchia cerretese di San Leonardo il 2 febbraio 1850.[1] Il padre, Federigo, era un ingegnere e la madre Adelaide Morelli Adimari aveva nobili origini. Il benessere economico della famiglia le permise di ricevere una buona educazione. Godette anche di una grande indipendenza. Viaggiò in gran parte dell'Italia e dell'Europa.

La sua maturazione artistica, comunque, avvenne principalmente a Firenze. Dal 1881 fu collaboratrice e poi direttrice (dal 1887) del Giornale per i Bambini, che si pubblicava a Roma ed era stato fondato e inizialmente diretto da Ferdinando Martini.

La sua opera principale fu Le novelle della nonna, pubblicata fra il 1892 e il 1893, una raccolta di racconti fantastici ambientati nel Casentino, i quali, pur essendo destinati ai bambini, contengono temi inquietanti, goticheggianti, quasi horror, che sono apprezzabili a pieno da lettori maturi.

Morì a Palermo, dove aveva lavorato per circa venti anni pubblicando le sue opere presso l'editore Salvatore Biondo.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Cuoricino ben fatto, libro di lettura per le scuole e le famiglie, illustrazioni di Enrico Mazzanti, Firenze, Felice Paggi, 1886, e successive edizioni Firenze, Roberto Bemporad e Figlio, 1891 e 1929;
  • Nel canto del fuoco, l'omino di pasta, libro per la fanciullezza, illustrazioni di Enrico Mazzanti, Milano, Enrico Trevisini (Nuova biblioteca educativa ed istruttiva per le scuole; 115), 1887;
  • I bambini delle diverse nazioni a casa loro, con 31 vignette appositamente disegnate da Enrico Mazzanti, Firenze, Roberto Bemporad e Figlio, 1890;
  • Le novelle della nonna, fiabe fantastiche, Firenze, Salani. 1893 (nuova edizione sotto il titolo Fiabe fantastiche. Le novelle della nonna, Torino, Einaudi, 1974).
  • Ce-fu (dal diario di un marinaio italiano), illustrazioni di C. Casaltoli, Lanciano, R. Carabba, 1901.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Enciclopedia Treccani indicava Firenze, il Dizionario Enciclopedico della stessa casa editrice Fiesole. Nel 1988 Giovanni Micheli riprodusse l'atto di battesimo per la sua Introduzione a E. Perodi, I briganti di Cerreto Guidi, Firenze, Pagnini, 1988. La scoperta confluì in un articolo del 1991 apparso sulla fucecchiana rivista Erba d'Arno e ora leggibile in G. Micheli, La Perodi è nata a Cerreto, in AA. VV., Emma Perodi. Saggi critici e bibliografia (1850-2005), Firenze 2006, pp. 17-19

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., Emma Perodi. Saggi critici e bibliografia (1850-2005), a cura di Federica Depaolis e Walter Scancarello, Firenze, Notiziario Bibliografico Toscano, 2006

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]