Elena Cantacuzena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elena Cantacuzena (in greco: Έλενα Καντακουζηνή; 1333Costantinopoli, 10 dicembre 1396) è stata un'imperatrice bizantina, moglie dell'imperatore bizantino Giovanni V Paleologo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Elena Cantacuzena era figlia dell'imperatore Giovanni VI Cantacuzeno e di Irene Asanina, era sorella di Matteo Cantacuzeno e Manuele Cantacuzeno, aveva come sorelle Maria (moglie di Niceforo II Orsini) e Teodora (moglie di Orhan I).

Giovanni V e Giovanni VI furono imperatori rivali, durante la guerra civile che distrusse l'impero bizantino, che scoppiò nel 1341. Nel 1347 si raggiunse ad un accordo, Giovanni V sarebbe stato sotto la reggenza di Giovanni VI (in quanto era minorenne) e avrebbe sposato la figlia del Catacuzeno, Elena. Il matrimonio fu celebrato tra il 28 maggio e il 29 maggio, la sposa aveva tredici anni, mentre allo sposo mancava un mese per compiere quindici anni. Nel 1352 Giovanni V sentendosi pronto per governare da solo, in quanto ventenne, riaprì le ostilità verso Giovanni VI, che il 4 dicembre 1354 abdicò.

Il 12 agosto 1376 il figlio Andronico IV Paleologo rovesciò dal trono il padre e lo imprigionò con la madre e la maggior parte della famiglia imperiale. Il 1º luglio 1379 Guiovanni riuscì a riprendersi il trono, Andronico sì ritirò a Galata con Elena, in quanto rimase sua prigioniera fino al 1381. Nel 1390 il nipote Giovanni VII Paleologo tentò di usurpare il trono, il ruolo di Elena dev'essere stato poco importante, in quanto le fonti non ne parlano più molto. Il 16 febbraio 1391 Elena rimase vedova, in quanto Giovanni V morì, essa sì ritirò a vita privata nel monastero di Santa Marta, prendendo la veste monacale e mutando il nome in Pazienza, qui morì il 10 dicembre 1396.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Dal matrimonio di Elena e Giovanni nacquero almeno nove figli, di cui quattro maschi e cinque femmine:

Riferimenti nell'intrattenimento[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • John Julius Norwich, Bisanzio, Mondadori, Milano 2000.
Bisanzio Portale Bisanzio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bisanzio