Dogo canario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dogo canario
Dog kanaryjski LM 685.jpg
Classificazione FCI - n. 346
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 2 Molossoidi
Sottosezione 2.1 Tipo dogue
Standard n. 346
Nome originale Perro de Presa Canario
Tipo Cane di utilità
Origine Spagna, XIX secolo
Altezza al garrese 55-65 cm
Peso ideale 38-48 kg
Lista di razze canine

Il dogo canario[1] è una razza di cane di tipo molossoide proveniente dalla Spagna.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il dogo canario è un cane forte di tipo molossoide. La testa si presenta grande, robusta, energica. Il dorso è forzuto, potente e risale sulla groppa. Il muso è squadrato e ben ampio. Il petto è molto esteso con grossa muscolatura. Gli arti sono resistenti, di ottima ossatura. Il pelo è corto e duro, la pelle un po' lassa. I colori più comuni sono il fulvo e il tigrato, poi il nero con qualche macchia bianca.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli avi di questa razza sono stati gli english mastiff introdotti nelle Canarie intorno al 1800, ed il bardino majorero, attualmente quasi estinto. La selezione ha avuto lo scopo di creare un cane da combattimento.

La razza quasi si estinse intorno al 1960, quando i combattimenti fra cani furono proibiti per legge. Ora si registra un certo incremento.

Questa razza faceva parte (legge levata nel 2009) di quelle elencate nella Lista delle razze canine pericolose.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://enci.it/documenti/standard/346.pdf
  2. ^ http://www.poliziadistato.it/pds/ps/consigli/animali/documents/ordinanzaaggressivita.pdf

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani