Cynoglossum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cynoglossum
Illustration Cynoglossum officinale0.jpg
Cynoglossum officinale L.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Boraginaceae
Genere Cynoglossum
Specie
  • Vedi testo

Il genere Cynoglossum L., della famiglia delle Boraginaceae, comprende piante biennali o perenni e, raramente, annuali.

I fiori sono portati in cime generalmente senza brattee. Il calice è cinque-fido fin quasi alla base e accrescente. La corolla ha un corto tubo cilindrico o infundibuliforme, il lembo è rotato e cinque scaglie ne chiudono la fauce. Gli stami sono inclusi, inseriti nella metà superiore del tubo. Lo stilo è incluso e lo stimma è piccolo e subcapitato. Le nucule hanno forma da ovoide a subglobosa e sono glochidiate, la superficie esterna può essere convessa, piatta o leggermente concava, qualche volta ci può essere un distinto bordo o disco.

Determinazione[modifica | modifica sorgente]

Questo genere presenta particolari difficoltà per la determinazione. Pe poter procedere con facilità e sicurezza a questo compito, occorre avere a disposizione:

  • corolle, raccolte in piena fioritura, di cui si è annotato il colore all'atto della raccolta
  • infiorescenze, ben allungate e distese, raccolte quindi alla fruttificazione
  • nucule, mature, raccolte e conservate senza far loro perdere la loro forma naturale, quindi conservate a parte senza averle pressate

Occorre quindi che si faccia ben attenzione a possedere sia rami fioriti che rami fruttificati, raccogliendo gli esemplari in epoche differenti.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito nelle regioni temperate e subtropicali sia dell'emisfero nord che dell'emisfero sud, questo genere annovera circa 65 specie.

Specie in Italia[modifica | modifica sorgente]

Socondo Pignatti, sul territorio italiano, sono presenti dieci specie:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Edagricole, Bologna 1982. ISBN 88-506-2449-2
  • T.G. Tutin, V.H. Heywood et Alii, Flora Europea, Cambridge University Press 1976. ISBN 0-521-08489-X

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]