Lembo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Lembo (disambigua).

1leftarrow.pngVoce principale: Chirurgia plastica.

Il lembo, in medicina, è un segmento di tessuto che contiene una rete di vasi sanguigni, e che può essere trasferito da un sito donatore per ricostruire un'area sede di perdita di sostanza (defect), causata ad esempio da traumi o da rimozione di tumori, oppure elevato temporaneamente dalla sua sede allo scopo di esporre le strutture sottostanti, per poi essere riposizionato nella stessa sede a fine intervento. La base del lembo, che contiene il supporto vascolare, è detta peduncolo[1].

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

In base alla vascolarizzazione[1]
  1. Lembi random (random-pattern flaps), con un peduncolo cutaneo che include una vascolarizzaione non precisamente identificata (no dominant blood supply)
  2. Lembi arterializzati (axial flaps), quando il peduncolo è costituito da vasi afferenti al lembo stesso anatomicamente ben identificati (dominant feeding vessel)
  3. Lembi liberi, quando il peduncolo è costituito da vasi che vengono separati dalla sede donatrice
In base alla vicinanza al difetto[1]
  1. Lembi locali
  2. Lembi regionali
  3. Lembi a distanza
  4. Lembi liberi
In base al metodo di trasferimento[1]
  1. Avanzamento
  2. Trasposizione
  3. Interpolazione
  4. Rotazione
  5. Liberi
In base al tessuto in esso contenuto[1]
  1. Cutaneo
  2. Fasciocutaneo
  3. Muscolocutaneo
  4. Osteocutaneo
  5. Osteomuscolocutaneo
  6. Grande omento/Intestino

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Dionigi, pp. 1249-52, 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina