Crossdressing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crossdressing del fotografo e fotogiornalista statunitense Frances Benjamin Johnston (a destra), in un ritratto con due amici.

Il termine crossdressing denota l'atto o l'abitudine di indossare alternativamente vestiti comunemente associati in un determinato ambito socio-culturale al ruolo di genere opposto al proprio, pubblicamente e/o in privato, per molteplici motivi, non esclusi quelli ludici.

La persona che fa uso di crossdressing è chiamata crossdresser. Il termine è corrispondente all'italiano travestitismo, e chi ne fa uso travestito, e non denota necessariamente l'identità di genere o l'orientamento sessuale, e quindi non è sinonimo di omosessuale, transessuale, transgender, né dà indicazioni di sorta sulle preferenze sessuali.

Il crossdressing è distinto dal feticismo di travestimento, classificato tra le parafilie.

Un famoso crossdresser è il top model Andrej Pejic, che sfila in abiti sia femminili che maschili.

Crossdressing in anime e manga[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia del crossdressing.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]