Cortinarius cinnamomeus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cortinarius cinnamomeus
Cortinarius cinnamomeus - Lindsey.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Cortinariaceae
Genere Cortinarius
Sottogenere Dermocybe
Specie C. cinnamomeus
Nomenclatura binomiale
Cortinarius cinnamomeus
(L.) Fr., 1838
Caratteristiche morfologiche
Cortinarius cinnamomeus
Cappello semisferico disegno.png
Cappello semisferico
Gills icon.png
Imenio lamelle
Adnate gills icon2.svg
Lamelle adnate
Brown spore print icon.png
Sporata marrone
Cortina stipe icon.png
Velo cortina
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Hazard T.svg
Mortale

Cortinarius cinnamomeus (L.) Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Uppsala): 288 (1838).

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

3-7 cm di diametro, con il bordo convesso poi appianato, con umbone evidente, fibrilloso- squamoso, da color cannella a bruno rossastro o ocra ma più chiaro verso il margine.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Adnate, discretamente fitte, intercalate da lamellule, di colore giallastro che diventa giallo aranciato-ruggine.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

Lungo e flessuoso, fibrilloso, cavo, leggermente più chiaro del cappello, più scurito verso la base.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Color giallo pallido, di solito più scuro alla base del gambo, immutabile; odore rafanoide e talvolta piuttosto iodato.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Color marrone-ruggine, ellissoidali, finemente verrucose, 6-9 x 4-5,5 µm.

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Prima considerato sospetto.

Recenti studi hanno però scoperto che è un fungo molto velenoso e spesso mortale, con le stesse pericolosità del Cortinarius orellanus e del Cortinarius speciosissimus. Causa la sindrome parafalloidinica.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Cresce a partire dalla fine dell'estate e in autunno, in boschi di latifoglie e/o conifere umidi e spesso torbosi.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie può essere confusa con:

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Agaricus cinnamomeus L., Species Plantarum 2: 1173 (1753)
  • Dermocybe cinnamomea (L.) M.M. Moser

Nomi comuni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Cinnamon Webcap
  • (FR) Cortinaire cannelle
  • (DE) Zimtbrauner Hautkopf
micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia