Correr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma della famiglia Correr

Coat of arms of the House of Correr.svg

Blasonatura
Troncato d'argento e d'azzurro, alla losanga troncata dell'uno nell'altro.

I Correr (o Corraro) erano una famiglia patrizia di Venezia, compresa fra le casade nove

Originaria, si dice, di Torcello, giunse a Venezia nel IX secolo ed entrò nel Maggior Consiglio con la serrata del 1297.

Dalla casata provennero in particolare uomini di Chiesa. Si citano Pietro, patriarca di Costantinopoli; Angelo che nel 1406 fu eletto papa con il nome di Gregorio XII; Antonio, nipote del precedente, cardinale e uno dei fondatori dei Canonici Regolari di San Giorgio in Alga.

Morto nel 1830, Teodoro Correr lasciò alla città il palazzo di famiglia con la ricchissima collezione d'arte, libri e documenti che conteneva: è quello che oggi è il Museo Correr[1].

Albero Genealogico[modifica | modifica sorgente]

Questa Famiglia ebbe quattro rami.


Filippo Correr appartiene al Consiglio nel 1151, Senatore della Repubblica di Venezia nel 1205, Avogadoria de Comùn  
│
├─Angelo Correr († 07-02-1263)[2], Procuratore della Repubblica di Venezia 
    │
    ├─Natale --> Filippo ---> Pietro---> non ebbe figli 
    │
    ├─Pietro (1235/40[3] † 1302), Uomo di Chiesa, Patriarca di Costantinopoli (1286)[4][5]
    │
    ├─Paolo, i suoi discendenti furono compresi nella Serrata del Maggior Consiglio del 1297. 
        │
        ├─Niccolò, non ebbe figli
        │
        ├─Pietro, ambasciatore presso l'Imperatore nel 1354  
            │
            ├─Marino 
            │
            ├─Paolo[6]
            │
            ├─Filippo 
            │
            ├─Niccolò nel 1350 apparteneva al Maggior Consiglio,[7] da qui parte il Ramo Secondo 
            │    │    
            │    ├─Angelo (1335, Recanati 18-10-1417), futuro Papa Gregorio XII[8]
            │    │
            │    ├─Caterina --- Bartolomeo Barbarigo[7]  
            │    │
            │    ├─Filippo (1336[9]- 10-11-1410)---Chiara Venier[7]
            │    │     Podestà di Chioggia, Procuratore di San Marco[7]  
            │    │    │I suoi primi tre figli Antonio, Andrea, Filippo, non proseguirono la dinastia 
            │    │    ├─ Antonio (15-7-1369[10][8]  19-01-1443)[7] cardinale       
            │    │    │  
            │    │    ├─ Andrea
            │    │    │    │
            │    │    │    ├─ Francesco, Rettore della chiesa di San Vito e Modesto 1435[7]  
            │    │    │
            │    │    ├─ Filippo       
            │    │    │                                          
            │    │    ├─ Niccolò, gli undici figli non gli diedero eredi Correr 
            │    │    │
            │    │    ├─ Giovanni, Podestà di Cividale e di Parenzo,[7]               
            │    │    │   │
            │    │    │   ├─ Gregorio[11](1411 - 19-11-1464) Abate di San Zeno a Verona dal 1443,  Patriarca eletto di Venezia il 19-8-1464[7]
            │    │    │   │
            │    │    │   ├─ Pietro---Francesca Mocenigo
            │    │    │     │      
            │    │    │     ├─ Giovanni---Adriana Donà
            │    │    │       │    
            │    │    │       ├─ Antonio,[12] generò il terzo ramo
            │    │    │         │   
            │    │    │         ├─ Francesco (1553 + 1632)---Maria Trevisan; Patrizio Veneto, del Magistrato di Pregadi nel 1604, Provveditore alle biade nel 1608, 
            │    │    │           │                                          Provveditore alla Zecca, Capo del Consiglio dei X Savi 1610, Inquisitore di Stato[12]  
            │    │    │           ├─ Lorenzo (11-8-1627 - 20-8-1709)---Pellegrina Gussoni, Patrizio Veneto,1670 Provveditore d’armata,1670,1680 e 1693 Podestà di Padova.[12]  
            │    │    │             │
            │    │    │             ├─Giovanni (15-11-1673 - 1717)---Elena Lando, Patrizio Veneto, Capitano di Vicenza nel 1699, Podestà di Verona nel 1704, 
            │    │    │             │   │                                          Senatore della Repubblica di Venezia nel 1709, Vicepodestà di Padova nel 1711.[12]  
            │    │    │             │   ├─Pietro Correr (18-6-1707 - 4-11-1768) ambasciatore veneziano a Vienna e Roma[13]
            │    │    │             │
            │    │    │             ├─Francesco Antonio (7-10-1676 - 17-5- 1741) Patrizio Veneto, cappuccino a Padova, Patriarca eletto di Venezia il 18-11-1734[14]
            │    │    │                                                     
            │    │    ├─ Domenica, Francesco, Margherita, Paolo[15][8] continuarono questo ramo fino al secolo XVI   
            │    │    │
            │    │    ├─ Marco[8]  
            │    │ 
            │    │─Bartola o Beziola (1350 ca. + testamento 1386)---Angelo Condulmer[7]
            │                   
            ├─Luca Componente del Maggior Consiglio
            │
            ├─Giovanni (? - post 1370), Comandante di galea nel 1348. 
            │   │
            │   ├─Pietro; Marco; Figlia;  
            │        │
            │        ├─Giacomo; Giovanni; Nicolò; Domenico; Cristoforo[16]
            │                           │
            │                           ├─ Giovanni, Gregorio, Marco, Francesca, Francesco, Nicolò, Lucrezia, Alvise                                                               
            │                                                               ├─Dopo quattro generazioni Paolo genera il quarto ramo, estinto nel secolo XVI
            │                                      
            │
            ├─Francesca (? - ante 1346), il 18 dicembre 1329 fonda l'ospedale di Sant'Andrea della Zirada.

Membri illustri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giuseppe Tassini, Curiosità Veneziane, note integrative e revisione a cura di Marina Crivellari Bizio, Franco Filippi, Andrea Perego, Venezia, Filippi Editore [1863], 2009, p. 204-205.
  2. ^ Angelo Correr (wwperson.informatik.uni-erlangen.de)
  3. ^ Giorgio Fedalto, Pietro Correr in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 29, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1983. URL consultato il 10 agosto 2014.
  4. ^ Correr in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.Enciclopedia Italiana
  5. ^ Correr in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  6. ^ [www.genmarenostrum.com/pagine-lettere/letterac/Correr/Correr.htm Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea]
  7. ^ a b c d e f g h i [genmarenostrum.com/pagine-lettere/letterac/Correr/Correr2.htm Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea:Correr, in genmarenostrum.com]
  8. ^ a b c d Gherardo Ortalli, GREGORIO XII, papa in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 59, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2003. URL consultato il 10 agosto 2014.
  9. ^ rootsweb Filippo Correr (wc.rootsweb.ancestry.com)
  10. ^ a b 1359:The Cardinals of the Holy Roman Church (www2.fiu.edu), 1369: François-Charles Uginet, CORRER, Antonio in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 29, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1983. URL consultato il 10 agosto 2014.
  11. ^ Paolo Preto, CORRER, Gregorio in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 29, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1983. URL consultato il 10 agosto 2014.
  12. ^ a b c d [www.genmarenostrum.com/pagine-lettere/letterac/Correr/Correr3.htm genmarenostrum.com]
  13. ^ Paolo Preto, Pietro Correr in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 29, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1983. URL consultato il 10 agosto 2014.
  14. ^ Claudio Povolo, Francesco Antonio Correr in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 50, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1998. URL consultato il 10 agosto 2014.
  15. ^ Filippo Correr (wwperson.informatik.uni-erlangen.de)
  16. ^ Pietro Correr (geneall.net)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]