Corrado D'Errico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Corrado D'Errico (Roma, 19 maggio 1902Roma, 3 settembre 1941) è stato un regista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato giornalista e critico cinematografico per La Tribuna, esordisce nel mondo del cinema come assistente di Mario Camerini nel 1928 (Kiff-Tebi) per il quale l'anno successivo scrive il soggetto del film Rotaie.[1]

Il suo primo film da regista è Freccia d'oro, datato 1935 e diretto in collaborazione con Piero Ballerini, dopo il quale girerà altri undici film fino alla morte nel 1941, non riuscendo a completare Il leone di Damasco che verrà ultimato da Enrico Guazzoni.[1]

La sua specialità erano i film di cappa e spada o ispirati ai romanzi di Emilio Salgari, pertanto utilizzò molti specialisti del genere fra i quali attori come Rossano Brazzi, Carlo Ninchi, Adriano Rimoldi, Amedeo Nazzari e attrici quali Luisa Ferida, Laura Nucci, Doris Duranti e Germana Paolieri.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Corrado D'Errico, MyMovies. URL consultato il 17-11-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]