Comitato statale per lo stato di emergenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Comitato statale per lo stato di emergenza (in russo: Государственный комитет по чрезвычайному положению, ГКЧП?), conosciuto anche come Gang of Eight, [1] fu un gruppo di alti ufficiali del governo sovietico, del Partito comunista e del KGB che tentarono un colpo di stato contro Michail Gorbačëv il 18 agosto 1991. Due giorni dopo, il 20 agosto 1991, furono costretti ad abbandonare.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Gli otto membri furono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dr Robert F. Miller, The Implosion of a Superpower.