Colbert (C 611)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colbert
la Colbert ormeggiata a Bordeaux nel 2006
la Colbert ormeggiata a Bordeaux nel 2006
Descrizione generale
Civil and Naval Ensign of France.svg
Tipo incrociatore antiaereo (CAA)
incrociatore missilistico (CLM)
Classe unica
In servizio con Civil and Naval Ensign of France.svg Marine Nationale
Identificazione C 611
Ordinata 1953
Cantiere Brest
Impostata 17 maggio 1954
Varata 24 marzo 1956
Entrata in servizio 5 maggio 1959
Ristrutturata 1970-1972
Fuori servizio 24 maggio 1991
Stato da demolire
Caratteristiche generali
Dislocamento 11.300 t
Lunghezza 184,47 m
Larghezza 20,31 m
Altezza 5,80 m
Propulsione 2 turboriduttori a vapore su 2 assi; potenza 86.000hp.
Velocità 31,9 nodi
Autonomia 4 000 miglia nautiche a 25 nodi
Equipaggio 567 marinai
Equipaggiamento
Sensori di bordo 1 DRBV 50 de veille surface et air à basse altitude ; 1 DRBV 23C de veille air ; 1 DRBV 20C modernisé de veille air ; 2 DRBR 51B pour le guidage du Masurca ; 2 DRBC 31C pour le guidage des 57 mm ; 1 DRBI 10 D ; 1 DRBC 32C pour le guidage des 100 mm ; 1 radar de navigation Decca 1226 ; système SENIT 1.
Sistemi difensivi ARBB 31 ; ARBB 32 ; ARBR 10F ; 2 lance-leurres Syllex ; TACAN
Armamento
Artiglieria 2 cannoni da 100 mm AA ; 12 cannoni da 57 mm mod 51 ; 2 mitragliatrici da 12,7 mm
Missili 4 sistemi MM-38 Exocet; 1 sistema Masurca
Altro Emetteurs : 3 HF ; Récepteurs 5 LF MF, 11 HF ; Emetteurs-récepteurs : 8 HF, 4 VHF, 12 UHF, 1 SHF (Syracuse) ; 3 équipements de sauvegarde ; 20 portatifs ; 25 antennes HF, UHF et VHF ; 1 gonio HF/ MF NRBG1B ; 1 téléphone sous-marin TUUM 2B.
Note
dati riferiti alla versione lancia missili 1972-1991

fonte: netmarine

voci di incrociatori presenti su Wikipedia

La Colbert (C 611) era un incrociatore antiaereo (CAA) della marina francese varato nel 1956. Tra il 1970 e il 1972 venne sottoposta a diverse modifiche per farla diventare un incrociatore missilistico (CLM). Unica unità della sua classe, il progetto derivava da quello della De Grasse (C 610), impostata alla fine degli anni trenta, ma varata solo nel 1946. Porta il nome di Jean-Baptiste Colbert.

L’incrociatore missilistico Colbert è stato l’ultima nave della Marine nationale della categoria. Essa era nata come incrociatore convenzionale, con una evoluzione data dal progetto del De Grasse di prima della guerra. È stato poi modificato per diventare una nave missilistica, valorizzando la sua rilevante stazza per ospitare un sistema missilistico antiaereo a lungo raggio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Colbert in configurazione originaria, porto di Taranto, 1966

Il Colbert aveva una struttura tipica degl incrociatori leggeri, ed un armamento pesante ma convenzionale. Rispetto all’incrociatore dal cui progetto derivava, esso era più largo di 1,1 metri e con una poppa accorciata e allargata, per avere una zona utile per l’atterraggio di un elicottero.

Esso venne immesso in linea nel 1959, e rimase una nave convenzionale fino al 1970, quando cominciò una ricostruzione che comprese varie innovazioni, tra cui la rimozione di quasi tutta l’artiglieria originaria. Se non fossero intervenuti problemi economici, la rimozione sarebbe stata anche più completa, ma anche così la revisione non fu di poco conto: le sovrastrutture vennero ricostruite, la nave venne dotata di un sistema di condizionamento dell’aria, soprattutto venne dotata di un sistema missilistico Masurca con rampa binata a poppa.
Questo missile, primariamente un SAM per la difesa aerea (ignoto se aveva anche capacità superficie-superficie), aveva una conformazione aerodinamica molto simile al Terrier, con un peso anche maggiore e un raggio di 50km. Oltre alla rampa erano presenti 2 radar di tiro poppieri. >Solo altre 2 navi, i cacciatorpediniere classe Suffren, avevano tale arma, mentre le altre navi francesi con missili per la difesa d’area avevano i Tartar/SM-1 americani su rampe singole Mk 13.

Restavano 12 cannoni d’artiglieria contraerea, armi poste in installazioni binate ai fianchi della nave. Esse erano prive di radar specifici per il controllo del tiro, e rappresentavano la tecnologia tipica delle artiglierie francesi del dopoguerra. A prua vi erano 2 cannoni in impianti singoli M 1953, con una elevata cadenza di tiro (60 c/min) e un radar dedicato. La nave venne dotata anche di 4 MM.38 Exocet in lanciatori singoli. Per ovviare alla maggiore richiesta di elettricità, gli elettrogeneratori vennero portati a 5MW di potenza complessiva, quasi a sottolineare che in una nave aggiornata non vi è mai nulla che sia definibile come "semplice".

Restituito nel 1972 alla flotta, il Colbert è diventato una nave importante, e sebbene privo delle sue artiglierie principali originarie, ha avuto il ruolo di nave comando della flotta francese del Mediterraneo, grazie alle nuove dotazioni per le comunicazioni e al sistema SENIT per la distribuzione delle informazioni tattiche tra navi.
Infine, nel 1981-82 venne nuovamente aggiornato per installarvi tra le altre cose, un sistema di comunicazione satellitare e la nuova versione del Masurca, la Mk2 Mod.3, con guida migliorata e gittata di 60km. La nave è rimasta in servizio fino al 1991.

Dal 1993 al 2006 l'incrociatore Colbert si trovava ormeggiato nel lungofiume della Garonna a Bordeaux come nave museo; nel maggio del 2007 lascia Bordeaux in direzione di Brest, nel 2012 la nave è in attesa di essere demolita a Landévennec.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]