Clorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Modello tridimensionale di uno ione clorato (ClO3)
struttura dei legami nello ione clorato

Lo ione clorato (di formula ClO3) è uno ione del cloro con numero di ossidazione +5. Sono detti clorati i sali dell'acido clorico, che contengono questo ione.

Struttura e legami intermolecolari[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Valence Shell Electron Pair Repulsion VSEPR, lo ione clorato ha una struttura di forma piramidale trigonale. La struttura secondo Lewis è poco funzionale nel descrivere gli angoli dei legami Cl-O in quanto è stato dimostrato che essi sono tutti uguali (1,49 Å in clorato di potassio[1]). Pertanto è più opportuno ritenere lo ione un ibrido di risonanza secondo lo schema:

struttura di risonanza dello ione clorato

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

I clorati sono potenti ossidanti, e contengono una grande quantità di ossigeno. Non a caso sono utilizzati in pirotecnica nella formazione di esplosivi, combinati con altre sostanze combustibili. I clorati di metalli pesanti sono particolarmente instabili, e possono decomporsi in maniera esplosiva per frizione o riscaldamento.

Nella pirotecnica moderna i clorati sono sempre meno diffusi, a favore dei perclorati, più stabili e sicuri.

I clorati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J. Danielsen, A. Hazell, F. K. Larsen, The structure of potassium chlorate at 77 and 298 K in Acta Cryst., B37, 1981, pp. 913–915, DOI:10.1107/S0567740881004573.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia