Cinzio Passeri Aldobrandini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cinzio Passeri Aldobrandini
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cinzio Passeri Aldobrandini.jpg
Nato 1551, Senigallia
Creato cardinale 17 settembre 1593
Deceduto 1º gennaio 1610, Roma

Cinzio Passeri Aldobrandini Personeni (Senigallia, 1551Roma, 1º gennaio 1610) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Aurelio Passeri (già Personeni) e di Giulia Aldobrandini, il padre era nato a Cà Personeni (frazione di Bedulita in provincia di Bergamo) e si era trasferito a Cà Passero (frazione di Berbenno in provincia di Bergamo); di professione mercante, si trasferì a Senigallia dove sposò Giulia Aldobrandini, sorella di papa Clemente VIII.

Nel 1565 Cinzio iniziò gli studi a Roma in lettere e dogana dallo zio materno il cardinal Ippolito. Frequentò il Collegio Germanico di Roma e le università di Perugia e Padova dove conseguì il dottorato in legge. Accompagno lo zio Ippolito nella legazione per la pace tra Polonia e Germania e nel 1588 fu di nuovo a Roma per portare notizie sull'esito della missione a papa Sisto V.

Nel concistoro del 17 settembre 1593 papa Clemente VIII lo nominò cardinale con dispensa dovuta alla presenza del cardinal Ippolito nel Sacro collegio cardinalizio; fu diacono di San Giorgio in Velabro. Governatore di Spoleto dal 4 febbraio 1595 al 21 febbraio 1607. Prefetto del Tribunale della Segnatura Apostolica di giustizia fino al 23 dicembre 1599. Dal 1601 al 1607 fu legato pontificio ad Avignone. Partecipò al conclave del marzo-aprile 1605. Nel 1605 fu nominato penitenziere maggiore da papa Leone XI ma rinunciò subito in quanto non era stato ordinato sacerdote. Participò al conclave del maggio 1605. Ordinato sacerdote nel 1605 riottenne la nomina a penitenziere maggiore, il 1º giugno 1605 gli fu concesso il titolo di San Pietro in Vincoli.

Si distinse per la sua generosità al povero e come protettore e sostenitore delle arti e lettere, a questo proposito è doveroso ricordare l'amicizia e che univa il cardinal Aldobrandini con Torquato Tasso che in quei anni era al servizio del papa.

Il cardinal Cinzio Personeni Aldobrandini morì a Roma il 1º gennaio 1610 e fu seppellito nella Basilica di San Pietro in Vincoli. In alcuni documenti il cardinal Cinzio Personeni Albobrandini viene indicato con il cognome Passeri Aldobrandini in quanto dopo che i Personeni si stabilirono in Romagna variarono il loro cognome legandolo al luogo da cui erano emigrati.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 71688532 LCCN: no2006007872