Carlo Borwin di Meclemburgo-Strelitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Borwin di Meclemburgo-Strelitz
Carlo Borwin di Meclemburgo-Strelitz in una cartolina d'epoca con la madre che istituì in sua memoria la Borwinheim
Carlo Borwin di Meclemburgo-Strelitz in una cartolina d'epoca con la madre che istituì in sua memoria la Borwinheim
Trattamento Sua grazia magnificentissima
Nascita Neustrelitz, 10 ottobre 1888
Morte Saint-Martin presso Metz, 24 agosto 1908
Padre Adolfo Federico V di Meclemburgo-Strelitz
Madre Elisabetta di Anhalt
Consorte Marie Jametel
Religione Protestantesimo

Carlo Borwin di Meclemburgo-Strelitz (Neustrelitz, 10 ottobre 1888Metz, 24 agosto 1908) fu principe della casata di Meclemburgo-Strelitz e fratello dell'ultimo granduca, Adolfo Federico VI.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carlo Borwin nacque a Neustrelitz, ultimo figlio di Adolfo Federico V di Meclemburgo-Strelitz e di sua moglie, la principessa Elisabetta di Anhalt (1857-1933). Il suo secondo nome, Borwin, gli venne assegnato al momento del battesimo in ricordo di un suo antenato del XIII, Enrico Borwin di Meclemburgo. Egli crebbe col fratello e le sorelle Maria e Jutta al castello di Neustrelitz per poi frequentare l'accademia militare e divenire tenente nel 24º reggimento di fanteria "Holstein" la cui guarnigione era di stanza a Rostock.

La morte[modifica | modifica sorgente]

La sorella più grande di Carlo Borwins, Marie, sposò morganaticamente Georg Maurice Jametel (1859−1944) nel 1899. Nei primi anni del loro matrimonio, la coppia visse alternativamente tra Londra e Saint-Germain-en-Laye oltre a recarsi sovente all'Île-de-France, per poi vivere separati dal 1906 senza che avesse mai luogo un divorzio ufficiale. Fu a questo punto che Georg Jametel iniziò una storia d'amore pubblica con la principessa francese Maria Eulalia di Borbone-Montpensier e per questo la moglie Maria nel 1908 chiese ufficialmente il divorzio dal marito.

Dopo una serie di battibecchi tra i suoi compagni d'arme all'accademia di Metz ove si trovava a stazionare, Carlo Borwin decise di battersi a duello per salvaguardare l'onore della propria casata e venne ferito mortalmente il 24 agosto 1908. Il 31 agosto di quello stesso anno la salma del diciannovenne principe di Meclemburgo-Strelitz venne riportata in patria per essere sepolta. La morte di Carlo Borwin acuì profondamente i già numerosi problemi dinastici della casara di Meclemburgo-Strelitz aumentando ulteriormente la pressione sul ruolo di Adolfo Federico, non ancora sposatosi, e che dal 1914 otterrà il trono paterno per poi suicidarsi col finire della grande guerra.

In memoria del principe Carlo Borwin, nel 1910, sua madre realizzò una fondazione per opere caritatevoli rivolta agli orfani col nome di Borwinheim.

Granducato di Meclemburgo-Strelitz (1815-1918)
Grosses wappen MSTRELITZ.jpg

Giorgio
Federico Guglielmo
Adolfo Federico V
Adolfo Federico VI
Federico Francesco IV
Modifica

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di gran croce con gemme dell'Ordine della Corona wendica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce con gemme dell'Ordine della Corona wendica
— 12 marzo 1905

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Biographisches Jahrbuch und deutscher Nekrolog. vol. 13, Berlino 1910, p. 61
  • Helmut Borth: Tödliche Geheimnisse. Das Fürstenhaus Mecklenburg-Strelitz. Ende ohne Glanz und Gloria. Verlag Steffen, Friedland 2007, ISBN 978-3-937669-97-7