Bianca Riario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bianca Riario

Bianca Riario (Roma, 30 ottobre 1481Firenze, 1522) è stata una nobile italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre era Girolamo Riario[1] signore delle città di Imola e Forlì, figlio di Paolo Riario e di Bianca della Rovere, sorella di papa Sisto IV; sua madre era Caterina Sforza[2], figlia illegittima di Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano e di Lucrezia Landriani.[3][4]

Bianca si sposò nel 1494 con Astorre III Manfredi, signore di Faenza, ma il matrimonio non fu mai consumato. Nel 1503 si risposò con Troilo I de' Rossi[5], primo marchese di San Secondo, sesto conte di San Secondo.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Dal loro matrimonio nacquero nove figli:

  • Costanza (1503 – ...), sposa di Girolamo degli Albizzi, Patrizio di Firenze, Consigliere Privato del Duca di Firenze;
  • Pietro Maria (1504 – 1547), marchese di San Secondo, marito di Camilla Gonzaga, figlia di Giovanni Gonzaga signore di Vescovado;
  • Gian Girolamo (1505 – 1564), Vescovo di Pavia;
  • Angela (1506 – 1573), sposa di Vitello Vitelli, Conte di Montone e poi di Alessandro Vitelli, signore dell’Amatrice;
  • Bertrando (1508 – 1527), Capitano delle Armate di S.M. Cattolica;
  • Alessandro (1512 – ...), sordomuto, Capitano delle Armate di S.M. Cattolica;
  • Ettore (1515 – 1555), Abate Commendatario di San Pietro in Ciel d’Oro di Pavia fino al 1546 e di Santa Maria della Colomba di Castiglione;
  • Camilla (1516 – 1543), sposa di Girolamo Pallavicino, marchese di Cortemaggiore. Fu l'amante di Giovanni dalle Bande Nere;[6]
  • Giulio Cesare (1519 – 1554), conte di Cajazzo, marito di Maddalena Sanseverino contessa di Cajazzo, figlia di Roberto Ambrogio Sanseverino, conte di Cajazzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Natale Graziani, Gabriella Venturelli, Caterina Sforza, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2001.
  2. ^ Natale Graziani, Gabriella Venturelli, Caterina Sforza, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2001.
  3. ^ Christopher Hare, The Romance of a Medici Warrior, Riverside, The Library of the University of California.
  4. ^ Bianca Riario, Geneanet, 1º novembre 2008. URL consultato il 6 dicembre 2008.
  5. ^ Natale Graziani, Gabriella Venturelli, Caterina Sforza, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2001.
  6. ^ Cesare Marchi, Giovanni dalle Bande Nere, Milano, 1981.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Rossi di Parma, Torino, 1835. ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]