Bella di Boskoop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bella di Boskoop

La bella di Boskoop è una varietà di mela che, come indica il nome, è originaria di Boskoop in Olanda, dove è stata creata nel 1856[1].

Alcuni sinonimi: Renetta di Montfort, Goldreinette, Reinette de Montreuse[2].

Esistono numerose varianti: Boskoop rossa, gialla o verde.

È una mela rustica, soda, asprigna e profumata, disponibile da novembre a fine febbraio.

Di colore verde-grigio con sfumature rosse, è apprezzata come frutto da consumare crudo o cotto, poiché resiste bene alla cottura.

La polpa è soda, acidula, leggermente gialla e zuccherosa.

La Bella di Boskoop contiene il doppio di vitamina C rispetto a una Golden Delicious[3].

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Predilige i terreni umidi ma sopporta male il gelo. I frutti tendono a "scoppiare".

La cultivar sopporta tutti i tipi di innesto ma essendo triploide sarà necessario coltivarla con una varietà compatibile come James Grieve, Melba o Regina delle renette.

La raccolta si fa verso metà ottobre, la mela si conserva bene e può essere consumata da novembre a marzo.

Sono sconsigliati i terreni secchi. Fruttificazione a volte scarsa e forte alternanza di produzione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bella di Boskoop in pomologia.it. URL consultato il 9 aprile 2014.
  2. ^ Bella di boskoop: informazioni storiche in provincia.vicenza.it. URL consultato il 9 aprile 2014.
  3. ^ Confronto vitamina C in iltiglio.altervista.org. URL consultato il 9 aprile 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fruttiferi melo e pero. Tecniche di coltivazione con le varietà più resistenti - Verde e natura, Edizioni Del Baldo, p. 23, ISBN 88-6614-815-6.
  • (EN) Beth Hanson, The Best Apples to Buy and Grow, Brooklyn Botanic Garden, 2005, p. 34, ISBN 1-889538-66-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]