Austin 16 hp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il quasi omonimo modello di autovettura Austin prodotto dal 1927 al 1936, vedi Austin 16.
Austin 16 hp
Austin 16HP 1945.jpg
Un’Austin 16 hp del 1945
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Austin
Tipo principale Berlina
Altre versioni Familiare
Produzione dal 1945 al 1949
Sostituisce la Austin 18
Sostituita da Austin A70
Esemplari prodotti 35.434
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.343[1] mm
Larghezza 1.702[1] mm
Passo 2.654[1] mm
Massa 1.346[1] kg
1946 Austin Sixteen BS1 Heritage Motor Centre, Gaydon.jpg
L’Austin 16 hp del 1946 che fu la milionesima vettura prodotta dalla casa britannica

La 16 hp è stata un’autovettura prodotta dall’Austin dal 1945 al 1949 in 35.434 esemplari. A parte il nome, non condivideva nulla con la precedente e quasi omonima Austin 16.

Mentre impiegava un nuovo motore a quattro cilindri da 2.199 cm³ di cilindrata e valvole in testa[1], la 16 hp aveva installato la stessa carrozzeria pre-bellica dell’Austin 12, che continuò ad essere prodotta insieme all’Austin 8 e all’Austin 10. La sigla 16 hp nel nome del modello non indicava la potenza in CV del motore (in inglese "hp", cioè "horse power"), bensì la potenza fiscale, cioè l’indicatore per il pagamento della tassa di possesso del veicolo. Infatti, il motore del veicolo, che fu il primo dell’Austin a valvole in testa, erogava 67 CV di potenza a 3.800 giri al minuto. Il cambio era manuale a quattro rapporti.

Il modello condivideva molte caratteristiche tecniche con la 12/4 "Low Loader" Taxi, tra cui il sistema integrato di sollevamento idraulico che agiva grazie ad una pompa posizionata sotto il cofano. La 16 hp fu disponibile con due carrozzerie, berlina quattro porte e familiare cinque porte.

La 16 hp aveva buone prestazioni per l'epoca, ed infatti riusciva a raggiungere i 121 km/h di velocità massima. Durante il rigido inverno del 1947 Alan Hess e la sua squadra di piloti guidarono tre Austin 16 hp a scopo pubblicitario in un viaggio, che durò sette giorni, tra sette capitali del Nord Europa. Nonostante le grandi difficoltà dovute alle fitte nevicate, le vetture completarono l’avventura con successo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Culshaw, 1974, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) David Culshaw, Peter Horrobin, Complete Catalogue of British Cars, Londra, Regno Unito, Macmillan, 1974. ISBN 0-33316-689-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili