Ateneum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 60°10′12″N 24°56′39″E / 60.17°N 24.944167°E60.17; 24.944167

Ateneum
Ateneum, una sede della Galleria Nazionale Finlandese
Ateneum, una sede della Galleria Nazionale Finlandese
Tipo Arti visive con opere di pittori prevalentemente nazionali.
Data fondazione 1887
Indirizzo Kaivokatu, 2
00100 Helsinki, Finlandia
Direttore Susanna Pettersson
Visitatori 400 000[1] (2012)
Sito http://www.ateneum.fi
Medaglioni degli aristi sopra le finestre.
Monumento a Rubens.

L'Ateneum Art Museum è un museo di arti visive di Helsinki. Assieme al Museo Kiasma e al Sinebrychoff Art Museum, espone le opere conservate dalla Galleria Nazionale Finlandese. Si trova nel centro della capitale Helsinki, in Piazza Rautatientori di fronte alla stazione ferroviaria centrale. Custodisce la più importante collezione d'arte classica in Finlandia. In precedenza l'edificio Ateneum ospitava anche l'Accademia finlandese di Belle Arti e Università di Arte e Design di Helsinki, successivamente trasferitesi in altre sedi. L'edificio Ateneum è di proprietà del Senato finlandese (in finlandese Senaatti - kiinteistöt).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Busti di Raffaello, Fidia e Bramante.

L'edificio Ateneum è stato progettato da Theodor Hoijer e fu completato nel 1887. La ristrutturazione venne iniziata a cavallo del 1984-1985, quando il Museo d'Arte Ateneum dovette trasferirsi in locali provvisori. L'edificio fu riaperto al pubblico nel maggio 1991 dopo sei anni di lavori di ristrutturazione. Nella primavera del 1998 è stato aperto il Museo di Arte Contemporanea Kiasma dove è stata trasferita parte della collezione artistica[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata dell'Ateneum è decorata con statue e rilievi che contengono una molteplicità di simboli. Sopra l'ingresso principale, al secondo piano, sono i busti di tre famosi artisti classici: l'architetto Bramante, il pittore Raffaello e lo scultore Fidia. Sopra i busti, al terzo piano, quattro cariatidi sostengono il frontone. Queste simboleggiano le quattro forme d'arte classica: architettura, pittura, scultura e musica. La facciata culmina in un insieme di sculture tra cui la Dea dell'Arte benedice i prodotti delle diverse forme d'arte. Tutte le statue sono dello scultore Carl Sjöstrand. Tra le finestre del secondo piano ci sono diversi rilievi dello scultore Ville Vallgren che rappresentano artisti finlandesi ed internazionali. Sotto il frontone è scritta una frase latina: Concordia res parvae crescunt, che fa riferimento alla lunga battaglia dei circoli artistici finlandesi, al fine di stabilire il museo[3].

Esposizioni importanti[modifica | modifica wikitesto]

Tra le mostre più significative esposte al Museo d'Arte Ateneum della storia dei più popolari vi è quella su Picasso, che ha avuto luogo tra il 2009 e il 2010 a cavallo. Nei quattro mesi e mezzo la manifestazione ha attirato circa 315.000 visitatori. Il secondo maggior numero di visitatori , circa 305.000 , si ha avuto in occasione della mostra Edelfelt, durata cinque mesi a cavallo tra il 2004 e il 2005[4].

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FI) Ateneumin kävijämäärässä kaikkien aikojen ennätys, Helsingin Sanomat, 2 gennaio 2013. URL consultato l'8 marzo 2015.
  2. ^ (FI) Valtion taidemuseo, Kykytaiteen museo täyttää 10v (1.9.2000), Kiasma. URL consultato il 6 marzo 2013.
  3. ^ Anu Uimonen, Kulttuurirakennuksista taistellaan aina, Helsingin Sanomat, 14 gennaio 2012, s. C2
  4. ^ (FI) Picasso-näyttelyn näki lähes 315 000 ihmistä, Yle.fi, 29 gennaio 2010. URL consultato l'8 marzo 2015.
  5. ^ (FI) Jonni Aromaa, Susanna Pettersson Ateneumin uudeksi johtajaksi, Yle.fi, 22 maggio 2014. URL consultato l'8 marzo 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]