Atari Teenage Riot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atari Teenage Riot
A.T.R., Hellfest 2013.
A.T.R., Hellfest 2013.
Paese d'origine Germania Germania
Genere Techno hardcore[1]
Dance[1]
Hardcore punk[2]
Jungle[2]
Punk rock[3]
Digital hardcore[3]
Anarcho punk[4]
Gabber[1]
Periodo di attività 1992- 2000
2010 -in attività
Album pubblicati 9
Studio 3
Live 3
Raccolte 3

Gli Atari Teenage Riot sono un gruppo musicale originario di Berlino, che si contraddistinse negli anni anche per il suo attivismo anarchico ed antinazista.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo si è formato nel 1992 e diventa subito famoso per il singolo Hunting for Nazis.[5] Nel 1993 firma per l'etichetta Phonogram, prima di creare una propria label, la Digital Hardcore Recordings. Nel 1999 entra nel gruppo l'artista di origini giapponesi Nic Endo, col quale la band realizza 60 Second Wipe Out, disco che contiene diverse collaborazioni come quella con i The Arsonists.

Nell'autunno del 2000 il gruppo rientra in studio per produrre il quarto album, a cui collabora Tom Morello (Rage Against the Machine). L'anno seguente Carl Crack, già malato, muore per un'overdose di pillole.[5] Sciolti nel 2000 per via della morte di Crack, gli Atari Teenage Riot si riuniscono agli inizi del 2010, annunciando anche un concerto a Roma, il 15 maggio. Nel giugno 2011 viene pubblicato l'atteso quarto album, con una formazione composta da Empire, Endo e i CX KiDTRONiK.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

La loro musica è definibile come digital hardcore, hardcore techno o a volte terrorismo sonoro, concepibile come crossover tra hardcore punk e hardcore techno.[2]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Membri passati

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c ATR - AllMusic Guide
  2. ^ a b c d ATR - Billboard
  3. ^ a b Recensione di Atari Teenage Riot 1992 - 2000
  4. ^ Recensione di 60 Seconds Wipe Out
  5. ^ a b rockol.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk