Tom Morello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tom Morello
Fotografia di Tom Morello
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock
Rock sperimentale
Alternative metal
Rap metal
Hard rock
Post-hardcore
Funk metal
Strumento voce, chitarra, mandolino
Gruppo attuale Rage Against the Machine
The Nightwatchman
Gruppi precedenti Lock Up
Audioslave
Street Sweeper Social Club

Thomas Baptist Morello (New York, 30 maggio 1964) è un chitarrista statunitense, componente dei Rage Against the Machine, Audioslave e The Nightwatchman.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce ad Harlem (New York) e cresce a Libertyville (Illinois). Sua madre, Mary Morello, è una delle fondatrici di Parents for Rock and Rap, un'associazione contro la censura. Suo padre era Ngethe Njoroge, un guerrigliero Mau-Mau keniota successivamente eletto come primo delegato delle Nazioni Unite in Kenya; inoltre lo zio di Njoroge, Jomo Kenyatta, è stato il primo presidente eletto in Kenya.

Nel 1986 Morello si laurea con lode alla Harvard University nel campo delle scienze politiche. Presto si trasferisce a L.A. con l'intenzione di creare o entrare in una band. Già durante il periodo scolastico aveva suonato in un gruppo chiamato Electric Sheep con Adam Jones, uno dei futuri componenti dei Tool.

Nel 1988 Morello entra nei Lock Up e pubblica un album con la Geffen Records, prima che il gruppo si sciolga. In seguito, Morello assieme a Brad Wilk (che aveva conosciuto a un'audizione dei Lock Up) decide di creare una nuova band. Nello stesso periodo conosce Zack de la Rocha in un locale di Los Angeles, dove si stava esibendo in alcune canzoni rap. L'arrivo di Zack e del suo amico Tim Commerford sancisce nel 1991 la nascita dei Rage Against the Machine. Il gruppo diventa ben presto famoso, e Morello e De La Rocha si guadagnano entrambi fama mondiale.

Nel 2000, Zack de la Rocha lascia i Rage Against the Machine. I tre componenti rimasti creano un nuovo gruppo chiamato Audioslave che vede come cantante Chris Cornell, in passato cantante dei Soundgarden.

Nel 2008 insieme a Boots Riley, front man dei The Coup, ha avviato il progetto Street Sweeper Social Club.

Tom Morello e Serj Tankian dei System of a Down sono i fondatori del movimento attivista Axis of Justice.

Stile ed effettistica[modifica | modifica sorgente]

Tom Morello è famoso per il suo particolare stile chitarristico, nel quale sono fusi straordinari riff rock, metal e funk con sonorità hip hop. Un'altra caratteristica che lo rende inconfondibile è l'elevato uso di delay, armonizzazioni, modulazioni, distorsioni e fenomeni di feedback che gli permettono di trasformare radicalmente il suono della sua chitarra. Tuttavia non si tratta di un risultato ottenuto mediante sofisticate apparecchiature e/o campionamenti audio. Lo stesso Morello ha infatti più volte affermato che alla base del suo sound c'è soprattutto fantasia e inventiva. Ciò è dimostrato anche dalle sue molteplici esibizioni live dove lo si può vedere maneggiare uno switch (da lui utilizzato in modo massiccio) per creare un effetto simile al tremolo oppure appostarsi davanti all'amplificatore per creare del feedback, che poi modella con la whammy bar, (Sleep now in the Fire) oppure ancora estrarre il jack dalla chitarra e portarlo a contatto con le corde (Testify). Oltre a queste esecuzioni particolari Tom Morello non manca di dimostrare grandi abilità anche nelle tecniche "più convenzionali", come si può sentire in Know Your Enemy e Take the Power Back.

Nonostante le sue sonorità elaborate, Tom Morello usa un basso numero di effetti. Durante la sua attività nei Rage aveva a disposizione un Dunlop Crybaby, un Digitech Whammy, un Boss Digital Delay e un DOD EQ pedal (usato soprattutto per accentuare i suoi assoli), e un Flanger Ibanez. Da quando è negli Audioslave, ha aggiunto anche un Tremolo Boss (udibile in Like a Stone) e ha sostituito il flanger con un MXR Phase 90 (Getaway Car). L'amplificazione è affidata a un Marshall JCM800 da 50 watt associato a una cassa Peavey 4x12.

Chitarre[modifica | modifica sorgente]

Tom Morello è anche conosciuto per il notevole set di chitarre, a dir poco eterogeneo, di cui dispone durante i concerti. Salta subito all'occhio la notevole personalizzazione estetica dei suoi strumenti, abbelliti da adesivi o messaggi in pennarello sempre a tema politico.

Durante il "periodo R.A.T.M.", Tom ricorreva principalmente a quattro chitarre (due accordate in Mi e due accordate in Re). La prima, e probabilmente la più famosa, era una simil-Stratocaster celeste, assemblata con pezzi costruiti dal laboratorio artigianale Performance Guitars di Hollywood,CA,USA abbellita da ippopotami bianchi (pare disegnati dal musicista stesso) e la scritta "Arm the Homeless", pickups EMG81/EMG-H e ponte Ibanez Edge. Nelle canzoni da eseguire con accordatura in Re, Morello usava una Telecaster messicana nera su cui capeggiava la scritta "Sendero Luminoso" e alcune foto. Meno usata era invece una terza chitarra color crema, comprata da Tom in un negozietto in Canada per l'esigua cifra di 60 dollari. Una quarta chitarra, una Ibanez Artcore AS73 metà rossa e metà nera, costruita per lui dal Custom Shop Ibanez, è destinata solo all'esecuzione di Guerrilla Radio. Questa, oltre alla peculiarità di essere semi-acustica, era dotata di 6 manopole destinate alla regolazione di una serie di effetti interni. Col procedere della sua carriera musicale Tom ha man mano aggiunto altre chitarre al suo "corredo base". Famosa è la Gibson doppio-manico (6/12 corde) usata in The Ghost of Tom Joad, e la Ibanez Talman personalizzata con la bandiera keniota usata in How I could just kill a man.

Con l'inizio della sua attività negli Audioslave, Tom ha ampliato ancora il suo corredo strumentale. La più celebre chitarra nuova è una Stratocaster nera con bordo bianco e mascherina a specchio, su cui capeggia la scritta "Soul Power", con pickup Seymour Duncan Hotrails al ponte e ponte Ibanez Edge. Ad essa sono affiancate due Gibson Les Paul, una con sfumature arancioni e una rossa.

Altro[modifica | modifica sorgente]

Tom Morello ha sperimentato anche la musica folk, facendosi conoscere con il nome di "The Nightwatchman". Una di queste sue canzoni, No One Left, è apparsa anche in Songs and Artists That Inspired Fahrenheit 9/11.

Durante la sua attività coi Rage Against the Machine e gli Audioslave, Tom è stato conosciuto anche per il notevole numero di berretti da baseball da lui usati, raffiguranti spesso un messaggio politico.

Tom è un fan di Star Trek, appare come comparsa in un episodio della serie Star Trek Voyager, nella parte di un marinaio. Uno dei suoi film preferiti è Babe ed è vegetariano.

Il suo cognome, chiaramente italiano, è eredità del nonno torinese, come da lui più volte dichiarato.[1]

Nel videogioco Guitar Hero III: Legends of Rock è uno dei boss da battere.

Tom Morello ha suonato per il remix della canzone Gate 21 di Serj Tankian presente nell’EP del cantante armeno intitolato Imperfect Remixes nel 2011.

Nel 2012 partecipa all'album di Bruce Springsteen "Wrecking Ball" suonando gli assoli nelle ballads "Jack of All Trades" e "This Depression".

A gennaio 2013 è stato annunciato che nel mese di marzo Morello si unirà temporaneamente a Bruce Springsteen e alla sua E Street Band nelle tappe australiane del Wrecking Ball Tour. Morello sostituirà lo storico chitarrista della E Street Band Steve Van Zandt, che sarà impegnato nel frattempo con le riprese del telefilm Lilyhammer in Norvegia.

Tom Morello ha fatto da comparsa nel film Iron Man, nella scena nella quale Tony Stark scappa dai terroristi lui è uno dei 2 soldati che viene travolto da un'esplosione

Nel 2013 collabora con Ramin Djawadi, suonando in quattro brani della colonna sonora di Pacific Rim, e con Bruce Springsteen per l'album di quest'ultimo, High Hopes, uscito nel gennaio 2014. Nel corso del 2014 Morello ha collaborato con i Linkin Park alla realizzazione del brano Drawbar, presente in The Hunting Pary.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Rage Against the Machine[modifica | modifica sorgente]

Audioslave[modifica | modifica sorgente]

Tom Morello/The Nightwatchman[modifica | modifica sorgente]

Street Sweeper Social Club[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Audioslave, parla l'altra America