Astrapotherium magnum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Astrapotherium magnum
Stato di conservazione: Fossile
AstrapotheriumDB.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Astrapotheria
Famiglia Astrapotheriidae
Genere Astrapotherium
Burmeister, 1879
Specie A. magnum
Nomenclatura binomiale
Astrapotherium magnum
Burmeister, 1879

Astrapotherium magnum, unica specie del suo genere, era un astrapoterio astrapoteriide, vissuto in America meridionale (Argentina) dall'Oligocene superiore al Miocene medio, che poteva raggiungere una lunghezza di 2,5 m.

Ad eccezione delle sue maggiori dimensioni, Astrapotherium era un tipico rappresentante della famiglia. La testa era corta con una fronte a cupola per l'ingrossamento dei seni frontali. I canini erano a crescita continua e formavano quattro zanne[1].

Le prove a favore della presenza di una proboscide sono un po' contraddittorie. Le ossa nasali erano certamente molto corte e si aprivano in alto sulla fronte, il che fa pensare alla presenza di una proboscide. Tuttavia non sembra ci siano chiari motivi perché fosse necessaria una proboscide: il collo di Astrapotherium non era probabilmente corto e la testa poteva facilmente raggiungere il terreno[1].

Astrapotherium aveva un lungo corpo basso, con una regione dorsale debole e zampe posteriori più deboli di quelle anteriori. Le zampe erano piccole e plantigrade.

Tutte le caratteristiche sembrano indicare che si trattasse di un animale prevalentemente acquatico, che sguazzava nelle acque poco profonde e frugava con le zanne e la proboscide alla ricerca di piante acquatiche. Un simile modo di vita e la struttura fisica ricordano i rinoceronti aminodonti trovati nell'emisfero settentrionale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Palmer, D. (a cura di), The Marshall Illustrated Encyclopedia of Dinosaurs and Prehistoric Animals, London, Marshall Editions, 1999, p. 248, ISBN 1-84028-152-9.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi