Army Gold Medal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia/Croce d'Oro dell'Armata
Army Gold Medal and Cross
Army Gold Medal.pngArmy Gold Cross.png
Army Gold Medal (a sinistra) e Army Gold Cross (a destra)
Flag of the United Kingdom.svg
Regno Unito
Tipo Medaglia di campagna
Status cessato
Capo Principe Reggente Guglielmo del Regno Unito
Istituzione Londra, 1810
Concessa a ufficiali di campo e generali dell'esercito inglese
Concessa per partecipazione alle battaglie della coalizione antifrancese e soprattutto nella Guerra d'indipendenza spagnola
Campagna Guerre napoleoniche 1793–1814
Guerra anglo-americana 1812
Barrette 28 barrette autorizzate (vedi poi)
Totale delle concessioni 165 croci
88 grandi medaglie
596 piccole medaglie
Diametro 58 mm.
Gradi oro
Onorificenze per le campagne di guerra britanniche
Waterloo Medal BAR.svg
Nastro della medaglia

La Army Gold Medal e la Army Gold Cross (quest'ultima conosciuta anche come Peninsular Cross), erano delle medaglie militari britanniche offerta dal principe reggente Guglielmo del Regno Unito (poi re Guglielmo IV) a quanti avessero partecipato alle battaglie della coalizione antifrancese e soprattutto nella Guerra d'indipendenza spagnola.

Essa non venne concepita come una medaglia di campagna vera e propria in quanto venne esclusivamente riservata agli ufficiali ed ai generali di campo.

Le tipologie delle onorificenze[modifica | modifica sorgente]

L'onorificenza era suddivisa al proprio interno in tre diverse categorie:

  • Grande medaglia, riservata unicamente ai generali
  • Piccola medaglia, riservata agli ufficiali
  • Croce, concessa supplementarmente a quegli ufficiali che si fossero distinti in quattro o più azioni

A partire dal 1813 venne autorizzata l'apposizione di specifiche barrette suoi nastri delle decorazioni, tese ad identificare i combattimenti ai quali l'insignito aveva preso parte. Sulla croce potevano essere inscritte le prime quattro azioni a cui l'insignito aveva partecipato, una per ciascun braccio della decorazione, oltre la quarta il nastro della croce veniva decorato coi nastrini corrispondenti.

La più alta onorificenza venne concessa ad Arthur Wellesley, I duca di Wellington il quale ottenne 9 barrette ed una croce per un totale di 13 azioni, medaglia visibile nel suo ritratto ad Apsley House.

Il declino della medaglia[modifica | modifica sorgente]

Con la guerra d'indipendenza spagnola vennero concesse anche molte medaglie dell'Ordine del Bagno che andarono ad alternarsi alla medaglia ed alla croce, condizionandone fin dall'inizio la distribuzione in particolare presso i ranghi elevati.[1]

Nel 1847 la regina Vittoria, inoltre, autorizzò la realizzazione della Military General Service Medal, che venne concessa a tutti i veterani ancora viventi delle campagne napoleoniche, senza distinzioni di grado ad eccezione di quanti avessero già ricevuto la Army Gold Medal o la Army Gold Cross.[1]

Il disegno della croce è inoltre molto simile a quella che sarà poi la Victoria Cross[2] e si pensa che sia servita come ispirazione a quella decorazione.[3][4]

Insegne[modifica | modifica sorgente]

Medaglia
è costituita da un disco d'oro sul quale è raffigurata sul diritto Britannia come personificazione dell'Inghilterra con scudo e leone sdraiato al suo fianco. Sul retro si trovava uno spazio vuoto al centro di una corona di rami d'alloro ove inscrivere il nome della prima battaglia per la quale era stata concessa l'onorificenza. La medaglia è sostenuta al nastro tramite un anello circolare d'oro.
Croce
è costituita da una croce patente in oro coi bracci bordati a decoro ed avente in centro un leone passante rivolto a destra. Sui bracci erano incisi i nomi delle battaglie a cui l'insignito aveva preso parte.
Nastro
rosso con una fascia blu per parte.

Barrette[modifica | modifica sorgente]

Insigniti notabili[modifica | modifica sorgente]

Army Gold Medal[modifica | modifica sorgente]

Army Gold Cross[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Gordon, p. 48
  2. ^ Duckers, p. 12
  3. ^ Iain Stewart, History of the Victoria Cross, Victoria Cross.org, 24 ottobre 2007.
  4. ^ Mark Simner, Army Gold Cross in British Medals.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Duckers, Peter (2005). The Victoria Cross. Osprey Publishing. ISBN 9780747806356.
  • Gordon, Lawrence (1979) [1947]. Joslin, Edward. ed. British Battles and Medals (5th ed.). London: Spink & Son Ltd.
  • Leslie, J.H. (1924-25). "Medals which were awarded to Officers of the Royal Regiment of Artillery for Service in the Peninsular War - 1808 to 1814". http://www.napoleonic-literature.com/Book_18/Medals/Medals.htm.