Second China War Medal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Second China War Medal
Second China War Medal
Second-china-war-medal.jpg
Medaglia con una barretta.
Flag of the United Kingdom.svg
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Tipo Medaglia commemorativa
Status cessato
Istituzione Londra, 6 marzo 1861
Concessa a militari e marinai britannici
Concessa per partecipazione alla Seconda guerra dell'oppio del 1856-1860
Barrette China 1842
Fatshan 1857
Canton 1857
Taku Forts 1858
Taku Forts 1860
Pekin 1860
Prodotta da Royal Mint
Incisore William Wyon
Diametro 36 mm.
Gradi argento (classe unica)
Onorificenze per le campagne di guerra britanniche
Second China War Medal BAR.svg
Nastro della medaglia

La Second China War Medal era una medaglia di campagna militare inglese coniata per ricompensare quanti avessero partecipato seconda guerra dell'oppio in Cina dal 1856 al 1860. La medaglia venne concessa anche a quanti avevano già preso parte alla prima guerra dell'oppio negli anni '40 dell'Ottocento.

Insegne[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia[modifica | modifica wikitesto]

La medaglia è costituita da un disco di argento o bronzo di 36 mm. di diametro recante:

sul diritto
un trofeo di armi con al centro uno scudo ovale recante lo Stemma reale, il tutto sotto una palma (uguale alle medaglie delle altre due Guerre di Cina); sul bordo in alto la dicitura "ARMIS EXPOSCERE PACIM" ed in esergo la scritta "CHINA",
sul rovescio
l'effigie coronata della Regina Vittoria, rivolta a sinistra (di chi guarda), sul bordo la leggenda "VICTORIA REGINA";
sul contorno
il nome ed il reparto del recipiente; nulla sulle medaglie per la Royal Navy ed i Marines.

Nastro[modifica | modifica wikitesto]

Il nastro, largo 32 millimetri, è rosso con bordi gialli.

Barrette[modifica | modifica wikitesto]

Per la medaglia furono istituite sei barrette:

  • China 1842 (concessa a quanti avevano già ricevuto la First China War Medal)
  • Fatshan 1857
  • Canton 1857
  • Taku Forts 1858
  • Taku Forts 1860
  • Pekin 1860

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mackay, J and Mussel, J (eds) - Medals Yearbook - 2005, (2004), Token Publishing.
  • Joslin, Litherland, and Simpkin (eds), British Battles and Medals, (1988), Spink

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]