1914-15 Star

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1914-15 Star
1914-15 Star
1914-15StarObv.png
Il diritto della medaglia
Flag of the United Kingdom.svg
Regno Unito
Tipo Medaglia di campagna militare
Status cessato
Capo Giorgio V del Regno Unito
Istituzione Londra, 1918
Concessa a militari britannici e dell'impero
Concessa per partecipazione alla Prima guerra mondiale
Totale delle concessioni 2.366.000
Prodotta da Royal Mint
Diametro 45mm
Gradi Medaglia di bronzo (classe unica)
1914-15 Star ribbon.png
Nastro della medaglia

La 1914-15 Star era una medaglia di campagna militare inglese coniata per ricompensare quanti avessero partecipato alla prima guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La 1914-15 Star venne approvata dal governo britannico nel 1918 per ricompensare quanti, ufficiali e uomini dell'esercito inglese e imperiale britannico che avessero prestato servizio in uno qualsiasi dei teatri di guerra della Prima guerra mondiale tra il 5 agosto 1914 ed il 31 dicembre 1915 (oltre a quanti avevano già ottenuto la 1914 Star).

Coloro che ricevettero questa medaglia vennero anche insigniti della British War Medal e della Victory Medal. Vennero coniati in tutto 2.366.000 esemplari della 1914-15 Star tra cui:

  • 283.500 medaglie assegnate a membri della Royal Navy.
  • 71.150 medaglie assegnate a canadesi

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La medaglia è costituita da una stella a quattro punte di bronzo chiaro, sovrastata dalla corona reale inglese, il tutto avente un'altezza di 50mm ed una larghezza di 45mm. Il diritto presenta due gladi (spade) incrociate ed una corona d'alloro, oltre alle cifre reali di re Giorgio V e un cartiglio con la data del conflitto "1914-15". Il retro presenta invece uno spazio piano con lo spazio per iscrivervi il numero, il rango e il nome dell'insignito.

Il nastro è composto di tre strisce sfumate, una rossa, una bianca e una blu a riprendere i colori dell'Impero britannico ed il nastro giù usato per la 1914 Star.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mackay, J and Mussel, J (eds) - Medals Yearbook - 2005, (2004), Token Publishing.
  • Joslin, Litherland, and Simpkin (eds), British Battles and Medals, (1988), Spink

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]