Antonio Tarver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Tarver
AntonioTarverRaiseJuly2011.jpg
Tarver dopo una vittoria nel 2011
Dati biografici
Nome Antonio Deon Tarver
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi massimileggeri
Carriera
Incontri disputati
Totali 33
Vinti (KO) 27 (19)
Persi (KO) 6
Palmarès
2003 Titolo mondiale WBC   Mediomassimi
2003 Titolo mondiale IBF   Mediomassimi
2004 Titolo mondiale WBA   Mediomassimi
2004 Titolo mondiale WBC   Mediomassimi
2004 Titolo mondiale IBO   Mediomassimi
2005-2006 Titolo mondiale IBO   Mediomassimi
2007-2008 Titolo mondiale IBO   Mediomassimi
2008 Titolo mondiale IBF   Mediomassimi
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Atlanta 1996 Mediomassimi
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Oro Berlino 1995 Mediomassimi
Flag of PASO.svg  Giochi Panamericani
Argento Mar del Plata 1995 Mediomassimi
 

Antonio Deon Tarver (Orlando, 21 novembre 1968) è un pugile statunitense.

Soprannominato Magic Man, è stato campione WBC, IBF, WBA, WBC e IBO dei massimileggeri. È stato inoltre il primo pugile a sconfiggere Roy Jones Jr. tramite KO.

Carriera da professionista[modifica | modifica sorgente]

Tarver ha fatto il suo debutto da professionista a 28 anni, il 18 febbraio 1997, sconfiggendo Joaquin Garcia per KO al leggendario "Blue Horizon" di Filadelfia. Ispirato dalle gesta del connazionale Roy Jones Jr. alle Olimpiadi di Seoul nel 1988,[1] il giovane Antonio ha deciso anch'egli di intraprendere la carriera da pugile.

Tarver ha vinto tutti i suoi primi 16 incontri (8 dei quali terminati per KO), prima di alzare il livello della competizione. Dopo aver disputato la maggior parte dei suoi primi 16 match in Florida o al Blue Horizon, Tarver ha deciso di affrontare il veterano Rocky Gannon a Chester, West Virginia, il 30 agosto 1998. Antonio è riuscito a sbaragliare l'avversario con un KO al 2º round.

Il 29 febbraio 2000, a Las Vegas, il Magic Man ha affrontato Ernest Mateen, che in precedenza aveva affrontato senza successo James Toney. Il match è terminato subito, alla 1ª ripresa per KO di Mateen. In seguito, sempre nel 2000, Tarver ha subito la sua prima sconfitta da pro, dopo essere atterrato all'11º round da Eric Harding che infine lo ha sconfitto per verdetto unanime.

Tuttavia è riuscito a vincere i 6 match successivi, incluso un successo sullo stesso Harding nella loro rivincita.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006, quando era primo nel ranking mondiale dei pesi massimi-leggeri, ha partecipato al film Rocky Balboa, diretto ed interpretato da Sylvester Stallone.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In Losing, a Boxer Won - New York Times

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 19996706