Anders Celsius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Anders Celsius

Anders Celsius ([ˈanˈdəʂ ˈsɛlsjɵs]; Uppsala, 27 novembre 170125 aprile 1744) fu un fisico e astronomo svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenne professore di astronomia presso l'Università di Uppsala nel 1730. Fece un lungo viaggio di studio tra il 1732 e il 1735 visitando numerosi osservatori in Germania, Francia e Italia. Mentre si trovava a Norimberga, nel 1733 pubblicò i risultati di 316 osservazioni di aurore boreali eseguite da lui o da altri nel periodo tra il 1716 e il 1732.

A Parigi partecipò allo studio di una spedizione in Lapponia per la misura di un arco di meridiano, e prese parte, nel 1736, al viaggio effettivo, organizzato dall'Accademia francese delle scienze.

La partecipazione di Celsius a questo viaggio gli guadagnò molto rispetto in Svezia e suscitò interesse nelle scienze astronomiche nel Paese. Nel 1741 Celsius fondò l'osservatorio astronomico di Uppsala, che fu equipaggiato con i più moderni strumenti dell'epoca, acquistati durante il suo lungo viaggio.

Nel 1738 pubblicò il "De observationibus pro figura telluris determinanda" (Osservazioni sulla determinazione della forma della Terra).

Nel 1742 presentò una memoria all'Accademia Reale Svedese delle Scienze in cui proponeva una scala di temperatura, ora universalmente adottata e la cui unità di misura prende il nome di grado Celsius in suo onore.

La scala proposta da Celsius era basata su valori centesimali: il grado 0°corrispondeva alla temperatura, a livello del mare, alla quale l'acqua congela; mentre il grado 100° corrispondeva alla temperatura, sempre a livello del mare, alla quale l'acqua bolle. Era, dunque, una scala inversa a quella conosciuta attualmente. Fu il suo compatriota, lo scienziato Carlos von Linneo a invertirla tre anni più tardi.

Anders Celsius morì di tubercolosi nel 1744.

A lui è stato dedicato un cratere sulla Luna: il cratere Celsius.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 67259216 LCCN: n/81/124453