Amphisbaenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amphisbaenia
Amphisbaena alba03.jpg
Esemplare di anfisbena
Classificazione classica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Amphisbaenia[1]
Classificazione filogenetica
Regno Animalia
Ordine Squamata
Sottordine Scleroglossa
Infraordine Amphisbaenia[2]
Famiglie
Areale delle Anfisbene


Le anfisbene (Amphisbaenia) costituiscono un sottordine di rettili composto da circa 190 specie riunite in 4 famiglie (Bipedidae, Amphisbaenidae, Rhineuridae, Trogonophidae).

Alcuni autori considerano gli Amphisbaenidae dell'area mediterranea come appartenenti ad una famiglia distinta, i Blanidae.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Due esemplari di Blanus cinereus

Le anfisbene sono distribuite in Centro e Sudamerica, in Africa tropicale, in alcune aree del bacino mediterraneo e della Penisola Arabica. Tutte le specie hanno aspetto vermiforme e sono adattate alla vita sotterranea; ad eccezione dei Bipedidae del Centro America, dotati di due arti anteriori ben sviluppati, tutte le altre specie sono apode.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ T. Townsend, A. Larson, E. Louis, J.R. Macey: Molecular phylogenetics of squamata: the position of snakes, amphisbaenians, and dibamids, and the root of the squamate tree. In: Syst Biol. 53(5), 2004, S. 735-57. (PMID 15545252)
  2. ^ Fry, B. G., Vidal, N., Norman, J. A., Vonk, F. J., Scheib, H., Ramjan, S. F. R., Kuruppu, S., Fung, K., Hedges, S. B., Richardson, M. K., Hodgson, W. C., Ignjatovic, V., Summerhayes, R. & Kochva, E., 2006: Early veolution of the venom system in lizards and snakes. –Nature: Vol. 439, pp. 584-588

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili