Albania caucasica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albania caucasica
Albania caucasica – Bandiera
Dati amministrativi
Nome ufficiale sconosciuto
Lingue parlate armeno, partico, pahlavi
Capitale Barda
Altre capitali Qabala
Politica
Forma di governo Monarchia, Saptrapato
Nascita IV secolo a.C.
Fine VIII secolo
Causa conquista romana
Territorio e popolazione
Bacino geografico Transcaucasia
Religione e società
Religioni preminenti Paganesimo, Cristianesimo, Zoroastrismo
Albania caucasica - Mappa
Albania Caucasica fino al 387
Ora parte di Azerbaijan, Russia

L'Albania caucasica era uno Stato dell'antichità, situato approssimativamente nella regione del Caucaso attualmente occupata dall'Azerbaigian.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Col toponimo Albània si indicavano, nella tradizione classica greca e latina, le regioni della Transcaucasia orientale (in arabo: ﺍﺭﺍﻥ, Arrān), collocate a occidente del Mar Caspio e a est dell'Iberia (pressoché l'odierna Georgia).

Questa area corrisponde approssimativamente alla parte più meridionale della repubblica russa del Daghestan e gran parte dell'attuale repubblica dell'Azerbaijan.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Guerra di Pompeo contro Albani e Iberi.
L'Albania caucasica vassalla di Roma intorno al 300

.

Il paese, nel corso della sua storia, è stato vittima dell'influsso imperiale da parte dell'impero partico ma anche dall'Impero romano, del quale fu vassallo dopo la campagna del luogotenente di Marco Antonio, Publio Canidio Crasso nel 37 a.C.; la sottomissione continuò fino al III secolo d.C.

La regione inoltre, durante l'epoca islamica classica, veniva chiamata col nome di Shirvan.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Bais, Albania caucasica: ethnos, storia, territorio attraverso le fonti greche, latine e armene, Mimesis Edizioni, Roma, 2001 ISBN 88-87231-95-8
  • Movses Kalankatuatsi, History of Albania, translated by L. Davlianidze-Tatishvili, Tbilisi, 1985.
  • Movses Khorenatsi, The History of Armenia, translated from Old Armenian (Grabar) by Gagik Sargsyan, Yerevan, 1990.
  • Ilia Abuladze, "About the discovery of the alphabet of the Caucasian Albanians", Bulletin of the Institute of Language, History and Material Culture (ENIMK), Vol. 4, cap. I, Tbilisi, 1938.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia