Lingua armena classica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armeno classico
Filogenesi Lingue indoeuropee
Codici di classificazione
ISO 639-3 xcl  (EN)

La lingua armena classica[1], detta anche armeno antico, grabar o krabar,[2] è la più antica forma scritta di lingua armena, in cui fu redatta la letteratura armena dal V al XVIII secolo.

Attualmente è utilizzato nella liturgia armena.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Riconoscendo l'arbitrarietà delle definizioni, nella nomenclatura delle voci viene usato il termine "lingua" se riconosciute tali nelle norme ISO 639-1, 639-2 o 639-3. Per gli altri idiomi viene usato il termine "dialetto".
  2. ^ Classical Armenian - MultiTree. URL consultato il 28 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • E. Ciakciak, Dizionario armeno-italiano (2 voll.), San Lazzaro, Venezia 1837
  • J. H. Holst, Armenische Studien, Harrassowitz, Wiesbaden, 2009.
  • M. Minassian, Grammaire descriptive de l'arménien classique, Ginevra 1996
  • R.W. Thomson, An Introduction to Classical Armenian, Caravan Books, Delmar-New York, 1975

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Armenia Portale Armenia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Armenia