Alabarda d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il trofeo "Alabarda d'oro"

L'Alabarda d'oro è il riconoscimento assegnato nel corso della manifestazione culturale Premio Alabarda d'oro - "Città di Trieste", Festival del Cinema, Teatro e Letteratura. Il premio prende il nome dal simbolo della città di Trieste, l'alabarda una cui preziosa riproduzione ricoperta in oro, realizzata dall'artista Bruno Chersicla, viene assegnata ai vincitori durante la cerimonia di premiazione. Il Premio “Città di Trieste” nasce nel 2007 ideato da Mauro Caputo (attualmente direttore artistico assieme a Federica Crevatin).

La Giuria[modifica | modifica wikitesto]

L'Alabarda d'oro è assegnata da una giuria composta da esponenti della cultura, dell'arte, dello spettacolo, da rappresentanti delle case editrici e da personalità rappresentative della società italiana. Per l'edizione 2010 il maestro Mario Monicelli è stato nominato Presidente Onorario della Giuria. Tra i componenti della giuria delle scorse edizioni il regista Alessandro D'Alatri, la sceneggiatrice Anna Pavignano, il produttore cinematografico Amedeo Pagani, il regista e critico cinematografico Mario Sesti, l'attrice Caterina Vertova, Giorgio Pressburger. Viene conferito per speciali meriti nelle categorie letteratura, cinema e teatro. È inoltre prevista una sezione "Letteratura inediti" che premia il migliore romanzo inedito tra quelli iscritti al premio.

I Premi[modifica | modifica wikitesto]

Per la sezione Cinema: Alabarda d'oro alla carriera, Alabarda d'oro per il miglior film, Alabarda d'oro per la migliore regia, Alabarda d'oro per la migliore sceneggiatura. Per la sezione Teatro: Alabarda d'oro alla carriera, Alabarda d'oro per il miglior spettacolo. Per la sezione Letteratura: Alabarda d'oro alla carriera, Alabarda d'oro per il miglior romanzo (edito). Per la sezione Letteratura inediti: Premio "Città di Trieste" per il miglior romanzo (inedito).

Il maestro Mario Monicelli riceve l'Alabarda d'oro alla carriera 2009

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2009 il premio riceve l'adesione ufficiale del Presidente della Repubblica On.le Dott. Giorgio Napolitano che premia l'evento con una medaglia di rappresentanza nell'edizione 2009, 2010, 2011 e 2012.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

L'Alabarda d'oro è un prezioso ed esclusivo trofeo, realizzato dall'artista Bruno Chersicla in fusione bronzea ricoperta d'oro. Ogni singola scultura è un'opera d'arte unica, realizzata artigianalmente, che porta incisa la firma del maestro.

Vincitori Alabarda d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Per la letteratura
Per il cinema
Per il teatro
Premio speciale

Sezione cinema[modifica | modifica wikitesto]

Alabarda d'oro miglior film
Alabarda d'oro miglior regia
Alabarda d'oro miglior sceneggiatura

Sezione teatro[modifica | modifica wikitesto]

Alabarda d'oro miglior spettacolo
  • 2011 - "Finale di partita" di Massimo Castri
  • 2010 - "Festa di famiglia" di Manuela Mandracchia, Alvia Reale, Sandra Toffolatti e Mariàngeles Torres con la collaborazione di Andrea Camilleri

Sezione letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Alabarda d'oro miglior romanzo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Alabarda d'Oro 2009 a Mario Monicelli, Francesca Archibugi e Lino Capolicchio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale
  • «Monicelli vince l'Alabarda d'oro: «Che emozione il primo Leone»». Il Piccolo URL consultato in data 31 luglio 2009.
  • «Alabarda d'Oro 2009 a Mario Monicelli, Francesca Archibugi e Lino Capolicchio». CinemaItaliano.info URL consultato in data 31 luglio 2009.
  • «L'Alabarda d'oro 2009 a Monicelli». Cinecittà News URL consultato in data 31 luglio 2009.