Corso Salani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Corso Salani (Firenze, 9 settembre 1961Roma, 16 giugno 2010) è stato un regista, sceneggiatore e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si è diplomato presso l'Istituto di Scienze Cinematografiche di Firenze nel 1984, dopodiché si è occupato di vari aspetti della produzione, facendo persino l'autista. Dopo essere stato aiuto regista di Carlo Mazzacurati sul set del suo primo lungometraggio Notte italiana (1987), si trasferisce a Roma e realizza il suo primo film, Voci d'Europa (1989), che gli ha consentito di intraprendere anche la carriera di attore, rimasta però sempre secondaria, rispetto a quella privilegiata di regista.

Tuttavia è ricordato per il ruolo del giornalista Rocco Ferrante ne Il muro di gomma (1991) di Marco Risi, sulla Strage di Ustica. "La cifra stilistica del suo cinema è la commistione fra documentario e finzione, osservazione della realtà e rielaborazione poetica, reportage d'autore e cinema narrativo: temi centrali sono il viaggio come mezzo programmatico di spaesamento e l'incomunicabilità, resa attraverso lo straniamento linguistico fra i personaggi di nazionalità diverse".[1].

Nei film sceneggiati insieme a Monica Rametta, Corso Salani interpreta sempre una sorta di alter ego di nome Alberto, che rappresenta il suo punto di vista sulla storia: nel mockumentary Gli occhi stanchi, però, uno degli attori ad un certo punto si rivolge a lui come Corso invece che Alberto, e l'errore è stato lasciato deliberatamente nel film. È morto la sera del 16 giugno 2010 per un infarto che lo ha colto mentre passeggiava insieme alla moglie sul lungomare capitolino di Ostia (quartiere di Roma)[2]. Nel 2011 il festival Alabarda d'oro gli ha assegnato un premio alla memoria.

Associazione Corso Salani[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre del 2010 si è costituita l'Associazione Corso Salani, con il compito di restaurare e divulgare l'opera del regista toscano, i cui soci fondatori sono Gianluca Arcopinto, Filippo D'Angelo, Marta Donzelli, Fabrizio Grosoli, Francesco Pamphili, Gregorio Paonessa, Giorgia Priolo, Folco Salani, Guelfo Salani, Jacopo Salani, Malgorzata Orkiszewska - Salani. L'Associazione, da gennaio 2011 in collaborazione con il Festival di Trieste, ha istituito il Premio Corso Salani per il miglior progetto indipendente, in una fase di work in progress[3]. Da novembre 2011 l'Associazione Corso Salani ha il suo sito ufficiale[4].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lutto nel cinema, morto Corso Salani - LASTAMPA.it
  2. ^ Un malore stronca Corso Salani - Corriere della Sera 17/6/2010
  3. ^ Lo Spettacolo - Cinema
  4. ^ Welcome to the Frontpage

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 81443793 SBN: IT\ICCU\RAVV\097393